Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Caorle. Entusiasta per le vacanze si tuffa in mare, ma il fondale era basso: 16enne sbatte violentemente la testa

Giovedì 18 Agosto 2022 di M.Cor.
Caorle. Entusiasta per le vacanze si tuffa in mare, ma il fondale era basso: 16enne sbatte violentemente la testa
1

CAORLE - Operato d'urgenza il sedicenne trevigiano che si era tuffato in mare a Caorle. Rimane ricoverato all'ospedale di Mestre in serie condizioni il giovane che nel pomeriggio di martedì, verso le 18, si era tuffato dal pontile del Lido Altanea di Caorle, battendo violentemente la testa. I sanitari si sono riservati la prognosi e stanno attendendo per capire l'evolversi del quadro clinico. L'operazione d'urgenza effettuata all'ospedale dell'Angelo nella stessa giornata di martedì è comunque perfettamente riuscita, quindi tutto farebbe sperare per il meglio, anche se è ancora presto per il personale sanitario pronunciarsi sul futuro del sedicenne.

Erano stati i bagnini a portare a riva il giovane che l'altro pomeriggio, spinto dalla giornata cocente e dell'euforia di una giornata di vacanza, aveva deciso di tuffarsi in mare nonostante il fondale fosse molto basso. Il giovane era arrivato nella cittadina marinara con la famiglia per una breve vacanza. Nel pomeriggio verso le 18 stava facendo il bagno in mare e, nonostante i divieti, il giovane s'è tuffato battendo violentemente la testa. Subito è scattato l'allarme che ha permesso al team dei soccorritori di arrivare tempestivamente alla Lido Altanea.

Dal punto di primo intervento di Caorle è partita l'ambulanza assieme all'automedica. Contemporaneamente da Treviso si è alzato in volo l'elicottero delle Suem, Leone 1, che è atterrato direttamente sulla spiaggia. Il giovane è stato stabilizzato e quindi imbarellato per essere trasferito in codice 3 all'ospedale di Mestre con il sospetto trauma spinale. Tutto farebbe sperare per il meglio, ma si dovrà attendere ancora del tempo perché i medici si possono pronunciare sulle condizioni e sui tempi di recupero della mobilità del ragazzo trevigiano.

Ultimo aggiornamento: 22 Agosto, 07:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci