Ospita gli amici a casa e "offre" una canna di marijuana: arrestato

Ospita gli amici a casa e

di Marco Corazza

CINTO CAOMAGGIORE (VENEZIA) -La serata tra amici per fumare una "canna" termina con l'arresto del padrone di casa. A guastare l'incontro di venerdì in centro a Cinto Caomaggiore sono stati i carabinieri di Villanova di Fossalta di Portogruaro.

Gli investigatori, diretti dal maresciallo Simone Muccin, sapevano che in quella abitazione avrebbero trovato qualcosa di illegale. Da giorni infatti stavano tenendo d'occhio l'abitazione con un continuo via vai di persone che hanno incuriosito i carabinieri. Così nella tarda serata di venerdì sono arrivati a Cinto e, quando sono entrati a casa, hanno sentito subito l'odore inconfondibile di marijuana.

Nell'abitazione c'era il padrone O.M., 22enne, con due amici che hanno subito ammesso che stavano fumando una canna, che era stata “gentilmente offerta” dal padrone di casa. La successiva perquisizione ha permesso ai carabinieri di sequestrare, complessivamente, circa 13 grammi di marijuana di cui 10 appena venduti da M.O. ad uno dei due giovani ospiti. Non solo, perché al 22enne sono stati anche sequestrati 210 euro, ritenuti frutto dell’attività di spaccio. Non nuovo alla commissione di reati inerenti gli stupefacenti, la sua "ospitalità" non è piaciuta al Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Pordenone. Come disposto dal magistrato M.O. è stato arrestato e posto ai domiciliari, mentre i due amici verranno segnalati quali assuntori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 28 Settembre 2019, 16:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ospita gli amici a casa e "offre" una canna di marijuana: arrestato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-09-30 12:17:29
Per fortuna ora si puo' tornare a transitare per Cinto. Erano anni che a causa di questi terroristi spacciatori, Cinto era divenuta la kabul del veneziano. Encomio per i nostri quotidiani eroi che sprezzanti del pericolo, si sacrificano per la nostra tanto bramata "sicurezza". Anche se semplicemente legalizzandola, finirebbero tutte queste incresciose e imbarazzanti situazioni all'italiana...su dai...
2019-09-30 09:44:41
Intanto alla stazione si vende eroina come se fosse pane comune...ma ai leoni in divisa interessano i 22'enni che fumano canne tra le mura di casa...siamo proprio il paese di Pierino e Fantozzi.
2019-09-30 11:47:22
Complimenti, lei definisce "leoni in divisa" coloro che sono comandati a fare determinati servizi, spesso anche malpagati, facendo tabula rasa. Forse non ha chiara la situazione, e penso che tale rimarrà, dato che mi sembra non comprendere che chi decide sono coloro che anche lei ha votato.
2019-09-29 09:39:09
Mentre tutti legalizzan9 qui creiamo mostri ... che paese ...
2019-09-29 12:05:06
Tema che attiene alla pastorizia...