Scale mobili del parcheggio negate
al cieco: «Il cane non può salire»

Mauro Quintavalle con il suo cane guida

di Monica Andolfatto

MESTRE - È convinto di essere stato vittima di un vero e proprio sopruso. Mauro Quintavalle, mestrino di 36 anni, è un cieco che lavora come centralinista alla Regione Veneto. Ad assicurargli l’autonomia negli spostamenti è Carmen, uno splendido esemplare di Flat Coat Retriever. Sabato scorso Quintavalle con alcuni amici nel pomeriggio ha raggiunto Belluno lasciando l’auto al parcheggio di Lambioi gestito dalla Bellunum srl. Ma al momento di salire sulle scale mobili è stato bloccato da uno degli addetti che gli ha rimarcato che il regolamento vietava l’utilizzo dell’impianto agli animali. E anche un poliziotto ha proibito poi l'accesso al cane.



Secca la replica di Ermanno Gaspari, amministratore unico della Bellunum: «Il nostro è un impianto speciale, equiparato a seggiovie e sciovie, proibito ai cani eccetto che siano in braccio ai proprietari. Abbiamo contattato anche l’Ustif, competente per la sicurezza, che ha confermato il divieto. Ma quel signore non ha voluto sentire ragioni, rifiutando sia l’offerta dell’accompagnamento in taxi andata e ritorno, sia quello di prendere le scale fisse esterne».



L'articolo completo sul Gazzettino in edicola e nell'edizione digitale, cliccando qui

Martedì 31 Dicembre 2013, 08:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scale mobili del parcheggio negate
al cieco: «Il cane non può salire»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2014-01-02 13:08:17
riporto la risposta di Mauro Buongiorno , mi e stato riferito che sui commenti dell’articolo del gazzettino , sono state dette alcune cose . Ci tengo a precisare che , Io Quintavalle Mauro sono RICONOSCIUTO “cieco assoluto” . Dalla ASL12 di Mestre . Per quell’Ignorante , (e non vuole essere un offesa) semplicemente che IGNORA la legge Italiana , farebbe bene prima di parlare ,vedere un po come sono e cosa dicono le leggi Italiane . La legge Italiana , Riconosce “cieco assoluto “ , anche chi , come me ha una malattia “Retinite pigmentosa” che per farla breve Riduce il campo visivo e se il campo visivo residuo e inferiore al 3% si e , appunto riconosciuti “ciechi assoluti , che lei voglia o nop . Quindi non e corretto dire che sono Ipovedente , ma caspmai cieco assoluto con residuo campi metrico visivo inferiore al 3% ….. A quel signore chiedo cortesemente di mettere il suo nome e la faccia , per consentirmi di valutare , in caso il da farsi . Ho agito in questo modo perche , io , spesso penso anche a chi dopo di me potrebbe trovarsi in quella stassa situazione , magari da solo e non come me in compagnia degli amici , e magari con nessun residuo visivo . Inoltre mi sembra di aver capito che qualcuno mi accusa di averlo intimato a tacere . Penso che una volta che ho dovuto richiedere l’intervento delle forze dell’ordine , non avevo piu la necessita di interloquire con il responsabile delle scale mobili , se lui voleva parlare con i poliziotti o con i passanti poteva tranquillamente farlo per quanto mi riguarda .Purtroppo , proprio perche guarda caso sono cieco assoluto e un po imbranato col pc non sono capace ad intervenire direttamente sui commenti del gazzettino quindi mi serviro di un\'altra persona . In ogni caso quel signore , farebbe bene ad informarsi prima di parlare aspetto le sue generalita , e chiedo a queste persone se possibile di fare commenti anche ed eventualmente sul mio profilo Facebook cosi almeno posso ribattere direttamente . E si informi a cosa serve un cane guida , ha mai sentito parlare di AUTONOMIA ???
2014-01-02 11:29:26
una precisazione !!! al signor 12345ABCDE dico che se conosce Mauro allora anche saprà che il suo cane pesa 26 KG e non 35...non si tratta di un alano. ed è vero che è ipovedente ma forse dire che erano le 17.30 di sera, sarebbe giusto per evidenziare che che non si trovava sotto la luce diurna delle 12.00, e che quindi è un rischio fare le scale esterene con poca illuminazione , forse, sarebbe stato ed è stato un rischio più grosso di fare le scale mobili. Come h gia detto io mi presento con nome e cognome e spero lo facciano tutti, tirare il sasso e poi nascondersi dietro ad un nick name dicendio io qui io la io so io conosco è sempre più facile e stare in prima linea sotto la luce del sole. e cmq non lo ha fatto per finire sul giornale, ma pechè se ci sono delle situazioni particolari che creano un disagio, non tanto per lui ma, per chi ha dei problemi moto più grossi dei suoi è bene dirlo prima che questi provacano delle situazioni molto più gravose e dei disagi più gravi di stare li 1 ora e 30 ad aspettare di avere delle risposte e gustizia da parte di qualcuno che ne avrebbe il potere e il DOVERE e non lo ha fatto !!!!!
2014-01-02 11:05:40
chiarezza innanzitutto Buongiorno intanto comincio col dire che io ero tra quelli che accompagnavano mauro quindi mi sento in dovere di spiegare, per quanto possibile, come sono andate le cose. in primis il cane guida non è un cane come tutti gli altri ma per legge italiana, europea e per decreto dell\'onu il cane guida può accedere a tutti i luoghi pubblici al fine di rendere la persona non vedente ( \"disabile\" ) uguale e indipendente come tutti i normo dotati. Preciso che andiamo ovunque: aeroporti, ospedali, metropolitane, centri commerciali, . . .in italia e all\'estero , e nessuna mai ci ha vietato l\'accesso. Ovviamente tranne qui a belluno. In secondo luogo il cane è addestrato a svolgere al melio il suo aiuto alla persona che ne ha l\'affido: quindi si è vero che il cane si potrebbe far male ma siccome il cane è addestrato a farlo non corre pericolo.... A chi dice che è stata proposta una alternativa posso dire che è stata data dopo che sono state chiamate le forze dell\'ordine. qundi non mi spiego la faccia tosta di quei gestori quando pensano e dicono che la loro coscienza è tranquilla. E Se i disabili ( in questo caso vado a generalizzare su tutti !!! ) non possono accedere alla scala mobile, provvista di scale esterne non illuminate a sufficienza ma sprovviste di ascensore; mi chiedo: come mai non è esposto un cartello all\'ingresso del parcheggio A PAGAMENTO che dice che per i disabile è consigliabile parcheggiare altrove? forse le scale saranno a norma oppure no . . .. ma credo che se alle persone disabili viene data la possibilità di essere equiparate ai normodotati perchè intralciare questa volontà con regolamenti che vanno contro delibere comunali ( come quella del comune di belluno) dello stato e dell\'unione europea ? A quei poliziotti che non hanno voluto dare le loro generalità riporto che andare a vedere gli articoli di giornale su internet per dare ragione ai gestori di scale mobili riferisco e consiglio che al titolo : \" Scale mobili vietate ai cani guida per ciechi\" di perugia; di andare a leggerselo perche il titolo a volte è forviante !!!!! rimando a disposizione di tutte le domande del caso. Il mio nome e cognome è leggibile per chiunque volgia avere delle informazioni aggiuntive. grazie a tutti.
2014-01-01 13:26:21
mi pare esagerato E\' stata proposta l\'alternativa del taxi, perchè impuntarsi? L\'obiettivo era salire in centro o percorrere le scale mobili? Il buon senso dovremmo usarlo tutti, sia chi gestisce un impianto (e da quanto leggo non vedo mancanze) sia da chi lo usa.
2013-12-31 19:35:57
16:42:08 da Peonia rosa trovo il suo commento aggressivo ed ineducato, proprio come quello di Nicola B. che definisce stupidi tutti gli italiani. Ma voi non leggete sapete tutto ed interpretate tutto come vi pare e siaete i più bravi, quindi no comment a lei.