Ok del Viminale alla commissione d'inchiesta sugli atti della giunta Mestre

Ok del Viminale alla commissione d'inchiesta sugli atti della giunta Mestre
VENEZIA - Il Prefetto di Venezia Vittorio Zappalorto potrà nominare la commissione di indagine, formata da funzionari della pubblica amministrazione e rappresentanti delle forze dell'ordine, per analizzare gli atti della giunta dell'ex sindaco di Eraclea (Venezia), Mirco Mestre, arrestato nell'ambito di un'indagine della Dda su infiltrazioni e favori al clan dei Casalesi, in una maxioperazione che ha portato a 27 arresti e 58 indagati per camorra.

LEGGI ANCHE Camorra, quei rapporti tra il sindaco e il boss

Lo rende noto oggi l'on. Nicola Pellicani (Pd), precisando che il via libera è stato dato dal Ministero dell'Interno e sottolineando che «nel caso di prove di condizionamento mafioso negli atti amministrativi, il Comune potrebbe essere sciolto per mafia. Un altro passo avanti per fare piena luce sull'intreccio tra mafia, politica e affari a Eraclea. Siamo sempre in attesa che il Presidente dell'Antimafia Nicola Morra, che ho più volte sollecitato, promuova una missione ufficiale della Commissione in Veneto, dove il radicamento delle mafie, in particolare della camorra e della 'ndrangheta, è stato ampiamente dimostrato dalle ultime indagini - conclude - che hanno portato a oltre cento arresti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Aprile 2019, 15:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ok del Viminale alla commissione d'inchiesta sugli atti della giunta Mestre
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-19 19:47:42
Giusto. Pecunia non olet.