Turista israeliano contesta il cambio valuta e sequestra la commessa

Mercoledì 23 Ottobre 2019
34
VENEZIA - Insoddisfatto del cambio valuta, sequestra la commessa. Un turista israeliano di 46 anni è stato denunciato ieri, 22 ottobre, dai carabinieri, per sequestro di persona. L'uomo, in vacanza a Venezia da alcuni giorni, si era presentato allo sportello di un'agenzia in zona Rialto per cambiare dei dollari in euro. Ma non era affatto contento del cambio valuta: la somma ricevuta in euro, secondo lui, era troppo scarsa. Per costringere la commessa a far annullare la transazione e restituirgli i soldi, l'israeliano ha pensato bene di chiudersi all'interno dell'agenzia di cambio, con la commessa, abbassando le saracinesche ed impedendo alla donna di uscire dalla cellula protetta dello sportello. Il sequestro della commessa si è protratto per oltre mezz'ora. La donna, sgomenta ed impaurita, ha chiamato i carabinieri. All'arrivo dei militari, che hanno provveduto a riaprire le saracinesche e liberato la donna, l'uomo ha desistito dal suo intento e, successivamente, è stato condotto in caserma.
  Ultimo aggiornamento: 16:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA