«Buoni pasto che nessuno accetta più». Dipendente Ulss si rivolge all'Associazione Difesa Consumatori

PER APPROFONDIRE: adico, buoni pasto, dipendenti, mestre, ulss3
Un supermarket: alcuni buoni pasto non vengono più accettati
MESTRE - All’inizio venivano accettati in ogni esercizio pubblico e supermercato. A poco a poco, però, sono diventati “carta straccia”, visto che bar, ristoranti e punti vendita a Mestre hanno cominciato a rifiutarli. Stiamo parlando dei nuovi buoni pasto “city time plus” serie Bp8, in uso ai dipendenti dell’Ulss 3 Serenissima e di altri enti che hanno al proprio interno centinaia di lavoratori.

Il problema ha cominciato a concretizzarsi a febbraio, con l’emissione dei buoni pasto, ma con il tempo si è fatto sempre più grave, come segnalato all’Adico da un dipendente dell’Ulss, Simone Scaggiante, il quale si è rivolto all’associazione per chiedere l’assistenza dell’ufficio legale. In pratica, come spiega lo stesso Scaggiante,
«questi tagliandi serie Bp8 inizialmente venivano accettati ovunque. Poi, a poco a poco, esercizi pubblici e supermercati hanno cominciato a non ritirarli più, probabilmente per un problema legato alle commissioni. A quanto mi risulta allo stato attuale, almeno nella zona dove lavoro io, li accetta solo una pizzeria. Ora io mi trovo con 40 buoni pasto da 5,16 euro inutilizzati e inutilizzabili. E credo che nella mia stessa situazione ci siano centinaia di altre persone».

A questo punto, come spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico, valuteremo con il nostro ufficio legale un possibile intervento perché non si può pensare che questi lavoratori continuino a pagarsi il pranzo quando hanno diritto al buono. Ora analizzeremo bene la situazione per poi scrivere alla società che emette quei tagliandi e chiedere spiegazioni. Naturalmente – continua Garofolini – se non si trova una soluzioni in tempi molto rapidi, chiederemo agli Enti che utilizzano questi buoni, di cambiarli oppure, lo diciamo in modo provocatorio, di mettere nelle busta paga quei 4 euro che l’azienda paga per i tagliandi da 5,16 euro”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 24 Marzo 2019, 20:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Buoni pasto che nessuno accetta più». Dipendente Ulss si rivolge all'Associazione Difesa Consumatori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2019-03-25 19:17:14
Una volta, prima che introducessero il business dei buoni pasto, in busta paga c'era una voce, mancata mensa,(soldi veri) oppure il buono serviva ad accedere alla mensa aziendale, poi sono sparite le mense ed è comparso Mac Donald e anche i super mercati si sono adeguati. Diciamo che è un affare per tutti.
2019-03-25 13:41:11
tempo fà davanti a me signora carrello spesa strapieno(circa 300euri) con decine di buoni spesa ha mandato in tilt la cassa....dietro tutti ad apettare con giramento di maroni.....
2019-03-25 13:36:29
Buoni Pasto = Truffa Legalizzata. Probabilmente la più grande esistente in Italia. I buoni pasto eisistevano gia', li stampava la Banca d'Italia, ora Banca Centrale Europea, si chiamavano Lire e oggi si chiamano EURO. Qualcuno mi spieghi a cosa servono le societa' di MEZZANI che riscuotono moneta sonante e stampano mezza-moneta che vale meno di quanto dice di valere, sia per le commissioni che pagano i ristoratori che devono poi rifarsi sulla qualita' e quantita' dei pasti offerti, qualita' che pagano i lavoratori assegnatari del buono quando mangiano il relativo junk-food. Quale VALORE AGGIUNTO offrono costoro "emittenti" dei buoni ? E' solo vacuo e ingiustificato passaggio di denaro dal quale traggono un profitto tecnicamente "legale" ma eticamente dubbio (per non dire la parola esatta). I buoni pasto vanno aboliti. O i datori di lavoro sono in grado di organizzare un servizio di mensa, o siano messi in grado di mettere in busta, defiscalizzati, gli importi corrispondenti in valuta corrente. Punto.
2019-03-25 12:50:08
voi statali sietae abituati troppo bene. vi danno dei soldi per un motivo ben preciso e li spendete per altro e volete pure che vi ringrazino. come il buono dei 500 euro degli insegnanti con cui avete comperato di tutto fuorchè quello che vi serviva per la scuola.
2019-03-26 01:14:05
"voi" statali... Se mi trova un posto statale le cedo tutti i buoni pasto sino alla pensione ! ah ah ah