Venerdì 25 Gennaio 2019, 09:22

Brugnaro e la tassa d'ingresso: «Chi risiede in Veneto non la pagherà»

PER APPROFONDIRE: brugnaro, tassa d'ingresso, veneti, venezia
Brugnaro e la tassa d'ingresso:  «Chi risiede in Veneto non la pagherà»

di Elisio Trevisan

MESTRE - La tassa di sbarco non si applicherà ai Veneti. Lo ha assicurato ieri in due occasioni il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, ribadendo che «Venezia è la capitale del Veneto». Ha accolto così l'invito pubblico del governatore Luca Zaia affinché la città storica faccia entrare gratuitamente tutti i cittadini della regione. I particolari, poi, si vedranno assieme ma ciò che conta è che sia stato stabilito il principio. Il sindaco di Venezia e della Città metropolitana l'aveva detto ieri mattina all'incontro con i rappresentanti di Confcommercio dell'Unione metropolitana di Venezia preoccupati che la tassa o, come la chiamano loro, il ticket d'ingresso vada a gravare sugli operatori economici e sui loro clienti «che provengono da ogni parte del Veneto» hanno detto alla fine del confronto il vicepresidente di Confcommercio Metropolitana, Elio Dazzo, il direttore Noemi Simonini e il vicedirettore Francesco
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Brugnaro e la tassa d'ingresso: «Chi risiede in Veneto non la pagherà»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2019-01-27 11:21:07
basterebbe far pagare il vaporetto a tutti! invece l'ACTV regala 1000 abbonamenti annuali agli amici di gigio e di chi amministra l'ACTV per comprarsi consensi e favori! e non venitemi a dire che servono per i vigili urbani che non si vedono mai a bordo!...
2019-01-27 04:14:12
Cari commentatori: Tanto rumore per nulla. D‘accordo Signor Sindaco! Tutti i visitatori (escluso chi risiede in Veneto) dovrebbero pagare la tassa d‘ingresso in rispetto alla Serenissima. In Germania c‘è un detto: „Wasch‘ mir den Pelz, aber mach‘ mich nicht nass!“ (Lavami la pelliccia ma non bagnami! Vuol dire: „Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca! (proverbio italiano). Venezia ha bisogno dei soldi per la pulizia etcetera giornaliera. Chi fa rifiuti e sporco? Migliaia di „visitatori per un giorno“. Chi paga attualmente? Tutti i Veneziani e ogni turista lungotempo chi paga la tassa di soggiorno. Perchè non far partecipare alle spese tutti i turisti grande navi, campeggiatori, saccopelisti e escursionisti, chi passano le loro notte altrove? Se parenti non visiteranno la nonna, il nonno non più, perché la visita diventerebbe un pochissimo più costosa, mi sembra che lei avrebbero trovato una scusa comoda per la loro insensibilità. Il „Si“ alla tassa di ingresso per una Serenissima ben pulita per tutti i residenti ed invitante per i turisti responsabili! (Prego di commentare solamente il contenuto. So bene che fascio alcuni errori utilizzando la lingua Italiana.)
2019-01-26 17:09:57
Caro sior campagna, e perche' no anche i residenti in Trentino e Venezia Giulia e Lombardia e Piemonte e Liguria ed Emilia romagna e via dicendo.? Suvvia, un po' di misericordia (reyer)...
2019-01-26 12:05:56
Se non sei della Regione X, allora paghi perché sei della Regione Y. (Della serie: dazi e gabelle regionalistiche, nel Paese Arlecchino con le pezze al sedere)
2019-01-26 11:49:32
Piccola ma ci deve essere per tutti, specialmente i veneti se tengono alla loro città devono contribuire, per la pulizia per i servizi e l'ordine pubblico.