Venezia-Inter sabato al Penzo, prevendita libera da mercoledì: ma i biglietti sono quasi esauriti

Martedì 23 Novembre 2021 di Marco De Lazzari
Mister Zanetti

VENEZIA - Quello con il Bologna (peraltro vincente) è stato solo un assaggio del menù stellato che, nell'ultimo mese di campionato per il 2021, attende un Venezia sorprendentemente lanciatissimo. Sabato   27 novembre alle ore 20.45, l'arrivo al Penzo dei campioni d'Italia dell'Inter - peraltro galvanizzati dall'aver inflitto la prima al Napoli co-capolista - inaugurerà un ciclo di ferro che prevede poi le sfide con Atalanta (tra una settimana a Bergamo), Verona, Juventus e Ternana (in Coppa Italia) a Sant'Elena, quindi lo scontro diretto di Genova con la Sampdoria prima di chiudere il girone di andata il 22 dicembre ospitando la Lazio.
In sostanza, tanto il bello quanto il difficile devono ancora venire, motivo per cui non stupisce che ieri Paolo Zanetti, nella sua Vicenza, abbia inquadrato come ancora in corso l'opera di costruzione e amalgama del suo Venezia.
«Siamo felici di come sta andando il nostro campionato, tuttavia siamo consapevoli di come la strada verso la salvezza sia ancora lunga. Dobbiamo fare un lavoro a lunga scadenza che non si esaurisce certo dopo aver vinto a Bologna. Ma come lo scorso anno, proveremo ancora a dimostrare che a volte la forza delle idee supera i soldi spesi». Queste le parole del tecnico arancioneroverde dal palco del Teatro Comunale, calcato per ritirare il riconoscimento speciale di miglior allenatore della stagione 2020/21 al 21. Galà del Calcio Triveneto, ambito nel quale è stato premiato anche l'attaccante Francesco Forte quale miglior giocatore del Venezia nella scorsa trionfale Serie B.

Dopo la seduta defaticante di ieri mattina al Taliercio, Zanetti ha concesso 72 ore per rifiatare fissando la ripresa degli allenamenti nella giornata di mercoledì con una doppia seduta, per poi accomodarsi davanti al televisore e studiare l'Inter impegnata in Champions League. Domani sera alle 18.45 i nerazzurri di Simone Inzaghi ospiteranno lo Shakthar Donetsk. 

In casa lagunare osservato speciale sarà lo sloveno Crnigoj per valutarne le possibilità di rientro dopo aver saltato la trasferta a Bologna per problemi muscolari.


FEBBRE
Continua a salire quella degli appassionati lagunari, pronti allo scontato sold out sabato contro i tricolori. Ieri ha aperto i battenti la prevendita riservata ai soli vecchi abbonati (la prelazione chiuderà domani alle ore 9) e ai tifosi milanesi, prenotatisi in circa 500 ma pronti ad esaurire agevolmente i 750 posti acquistabili nella fetta di curva nord riservata agli ospiti. In serata il totale viaggiava spedito verso quota 6.000 tagliandi staccati la capienza causa-Covid resta fissata a 8.300 anziché 11.150 compresi i 4.300 veneziani che una settimana fa avevano esaurito in poche ore i mini-abbonamenti per le prossime cinque gare al Penzo. Un entusiasmo palpabile, respirato anche domenica a Bologna con i 1.100 supporters presenti al Dall'Ara mandati in visibilio dalla zampata da tre punti di David Okereke.

Domani alle ore 10 scatterà invece la vendita libera, che si preannuncia piuttosto breve, dei biglietti rimanenti ai seguenti prezzi (punti vendita e dettagli su www.veneziafc.it):

Tribuna Vip Nera 120 euro (95 euro ex abbonati e over 65), ridotto Ragazzi 85 (13-18 anni), ridotto Bambini 35 (4-12 anni);

Tribuna centrale Verde-Arancione 85 euro (68), Ragazzi 60, Bambini 25;

Tribuna Bianca 70 euro (55), Ragazzi 50, Bambini 20. Pitch view 300 euro.

Distinti Solesin: gold 60 euro (48), Ragazzi 43, Bambini 15; centrale 55 euro (45), Ragazzi 40, Bambini 15; laterale 45 euro (35), Ragazzi 32, Bambini 15.

Curva Sud Groppello e Nord: 30 euro (25), Ragazzi 20, Bambini 10.

Curva Nord ospiti 35.
 

Ultimo aggiornamento: 13:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA