Il Tiramisù invade Bibione: ecco la World Cup a colpi di cacao e mascarpone

Venerdì 21 Giugno 2019
Il Tiramisù invade Bibione: ecco la World Cup a colpi di cacao e mascarpone
1

Può un concorso promuovere il turismo, le eccellenze enogastronomiche e il territorio? Se si tratta della Tiramisù World Cup la risposta è certamente positiva. La sfida, divenuta ormai di portata internazionale, è nata da un'intuizione di Francesco Redi di Twissen, la knowledge company italiana attiva nell'industria dei viaggi & turismo che dopo aver osservato, durante i suoi numerosi viaggi all'estero, come il tiramisù non fosse solo il dessert più conosciuto al mondo ma anche il più conteso, ha deciso di promuovere questo concorso, che negli anni scorsi ha visto la partecipazione di chef amatoriali provenienti da tutto il mondo, ognuno con la propria versione del dolce: dall'Africa, dall'Australia, dalla Cina e da molti Paesi europei fra cui Austria, Francia e Germania.
 
TERZA EDIZIONEGiunto quest'anno alla terza edizione, il concorso tocca per la prima volta il mare Adriatico. È infatti iniziato il conto alla rovescia per la prima tappa delle Summer Selections, che si svolgerà nella località turistica di Bibione di San Michele al Tagliamento (Ve). Domani e domenica, il grande evento che mette in scena tradizione, capacità, gusto e divertimento, approderà in Piazza Treviso, luogo scelto anche per evocare l'evento finale. Sarà una due-giorni a tu per tu con il famoso dolce al cucchiaio, diventato orgoglio e simbolo del Belpaese all'estero, che vedrà impegnati oltre quaranta concorrenti-chef, tutti rigorosamente non professionisti, che si sfideranno per preparare il tiramisù più buono del mondo. Il tiramisù, oltre che per il suo potere rinvigorente, è conosciuto per essere un autentico generatore di buonumore. Questo dolce può essere poi declinato in diverse varianti, a volte curiose e originali. 
LA PRIMA TAPPA«Le prime edizioni si sono concluse con un enorme successo registrando un'importante partecipazione di pubblico e di concorrenti. Anche per la tappa di Bibione spiega Redi abbiamo avuto adesioni di persone provenienti da tutta Italia, dal Molise alla Sicilia, a conferma di come questo evento, realizzato grazie alla collaborazione con il Comune di San Michele al Tagliamento, Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia, Confcommercio Bibione e Confcommercio Portogruaro e con la promozione e il coordinamento generale del Distretto Turistico Venezia Orientale, sia ormai un appuntamento molto sentito, su cui anche l'appeal della meta turistica di Bibione ha avuto un suo decisivo ruolo. L'obiettivo - aggiunge l'ideatore della kermesse - è quello di contribuire alla valorizzazione di una parte d'Italia attraverso il tiramisù e i valori positivi che evoca».
RICETTE CREATIVENel fine settimana, accanto alla gara per la ricetta originale, in programma dalle 18 alle 20, si svolgerà la sfida per la ricetta creativa, dalle 20 alle 22, con la migliore rivisitazione del classico dolce a base di savoiardi, mascarpone, uova, zucchero, cacao e caffè. I concorrenti che vorranno puntare sull'innovazione per dare libero sfogo alla fantasia, dovranno utilizzare obbligatoriamente 4 ingredienti base: mascarpone, uova (tuorlo e, a scelta, anche l'albume), caffè, cacao e potranno sostituire i savoiardi con altri biscotti o pan di spagna, e aggiungere al massimo 3 ingredienti. I partecipanti avranno a disposizione 40 minuti per realizzare la fetta perfetta e poi una giuria armata di cucchiaino decreterà il migliore pasticcere, che avrà così accesso direttamente alle semifinali. Alle 22 del 23 giugno i migliori concorrenti si contenderanno il titolo di Vincitore di Tappa per poi passare allo step successivo: le semifinali del 3 novembre a Treviso. «I partecipanti spiega ancora Redi - dovranno riuscire ad equilibrare bene la loro ricetta e dovranno farlo tenendo conto anche del caldo estivo che rende più difficile la gestione stessa degli ingredienti. Quest'anno - aggiunge - abbiamo voluto anche dare un valore aggiunto alla manifestazione, invitando come componente di giuria un campione di sport e di vita, nato e cresciuto a San Michele al Tagliamento: il campione paraolimpico di nuoto Antonio Fantin. Antonio è un ragazzo straordinario, sensibile, determinato ma allo stesso tempo umile. È un'eccellenza di questo territorio, dai valori solidi, ed è per questo che lo abbiamo voluto al tavolo dei giurati. A lui piace poi moltissimo il tiramisù e questo certamente non guasta».
SINDACO GIURATOTra i giurati siederanno anche il sindaco di San Michele Pasqualino Codognotto, che ha evidenziato come sia «fondamentale non solo offrire ai turisti presenti a Bibione un ventaglio sempre nuovo di proposte, ma anche intercettare nuovi target, come quello legato all'enogastronomia», il presidente di Confcommercio delegazione di Bibione Giuseppe Morsanuto, che ha parlato di «un'iniziativa che permette di allargare il raggio di azione dando ulteriore assaggio di un prodotto conosciuto ed apprezzato e che al contempo funge da volano per un turismo eno-gastronomico, sempre più attento, informato e desideroso di conoscere» e, novità assoluta, Mario Del Fabbro, il figlio di Norma Pielli, la cuoca tolmezzina che negli anni '50 ideò quello che poi divenne il dolce al cucchiaio più famoso al mondo. La tappa bibionese della Tiramisù World Cup si inserisce a conclusione della Settimana del Gourmet Venezia Orientale, iniziativa che prevede il coinvolgimento di operatori della ristorazione e l'organizzazione e la messa in rete di una serie di iniziative ed eventi finalizzati alla promozione e alla valorizzazione dell'enogastronomia del territorio.
Teresa Infanti 

Ultimo aggiornamento: 22 Giugno, 14:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA