Autostrade, stop alla Camera: la Cav non si allarga, bocciata proposta Lega per affidarle nuove tratte

Mercoledì 16 Giugno 2021
Il passante di Mestre

VENEZIA - Nella seduta di martedì 15 giugno la commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera ha proseguito l'esame del decreto legge 73/2021 su "Misure urgenti connesse all'emergenza da Covid-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali".

E durante i lavori, come si legge dal verbale della seduta (fonte "Agenzia Dire"), tra gli altri è stato dichiarato inammissibile perché non attinente alla materia del decreto l'emendamento del deputato e commissario veneto della Lega Alberto Stefani, che prevedeva «l'affidamento dell'attività di realizzazione e gestione, ivi compresa quella di manutenzione ordinaria e straordinaria, di ulteriori tratte autostradali ricadenti nel territorio della regione Veneto alla società paritetica tra Anas e Regione Veneto», ovvero alla Cav (Concessioni autostradali venete), che attualmente gestisce il passante e la tangenziale di Mestre.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA