Delitto di Anastasia e Biagio, chiesti a Perale 14 milioni di risarcimento

Lunedì 16 Luglio 2018
Anastasia Shakurova e di Biagio Buonomo
4
VENEZIA - I familiari di Anastasia Shakurova e di Biagio Buonomo Junior, uccisi nel giugno 2017 in un appartamento a Chirignago dopo essere stati narcotizzati, hanno chiesto un totale di 14 milioni di euro di risarcimento a Stefano Perale, il 50enne accusato del duplice delitto. Il padre e la sorella di Buonomo, 31enne campano, ucciso a sprangate in testa, hanno chiesto 5 milioni di euro ciascuno, mentre i genitori e il marito di Anastasia Shakurova, 30enne russa soffocata con un cuscino, hanno chiesto 4 milioni di euro.

Durante l'udienza di oggi c'è stato spazio anche per l'arringa difensiva degli avvocati di Perale, Matteo Lazzaro e Nicoletta Bortoluzzi, che hanno cercato di rispondere colpo su colpo alla requisitoria del pm Giorgio Gava, il quale il 2 luglio scorso aveva chiesto per il reo confesso l'ergastolo.

La difesa punta sulla presunta incapacità di intendere e volere dell'imputato: su questo punto le perizie psichiatriche di parte hanno conclusioni opposte.

  Ultimo aggiornamento: 19:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci