Domenica ecologica, stop alle auto fino alle 18.30 in 5 Comuni

Domenica 17 Ottobre 2021 di Alvise Sperandio
Domenica ecologica, stop alle auto fino alle 18.30 in 5 Comuni
1

MESTRE - Seppure non molto pubblicizzata, per lo meno a livello di cartellonistica stradale e display a messaggio variabile, oggi è la prima delle tre Domeniche ecologiche in programma da qui fino a fine anno. Tutto il traffico dovrà fermarsi fino alle 18.30 nell'ambito della maxi area delimitata dalla tangenziale A57, dal raccordo autostradale compreso tra l'uscita Marghera e il cavalcaferrovia, da via della Libertà, San Giuliano e via Martiri della Libertà. Quella, insomma, già presa a riferimento per le misure di limitazione in chiave antismog in vigore dal 1. ottobre e fino all'aprile del prossimo anno, con la sosta natalizia dal 19 dicembre all'Epifania. Le altre due domeniche già fissate in calendario sono il 21 novembre, festa della Madonna della salute, e il 26 dicembre, Santo Stefano.


FERME AI BOX
Assieme al comune capoluogo, la giornata con il divieto lungo di circolazione è indetta, in contemporanea, dai comuni di Martellago, Mira, Quarto d'Altino e San Donà di Piave. Altre amministrazioni civiche stanno invece ragionando su altre date e non hanno ancora adottato la relativa ordinanza. Secondo le stime Aci, il parco circolante costretto ai box, nel solo Comune di Venezia, è composto da 142.758 veicoli; se, per ipotesi, il traffico si fermasse in tutta la provincia, sarebbero 608.441 (immatricolazioni al 31 dicembre 2020). A causa dell'emergenza sanitaria il Comune ha preferito soprassedere dall'organizzare stand per il pubblico in piazza Ferretto e in altri luoghi del centro. Viene però rispolverato, come già in passato in occasioni simili, il biglietto unico del trasporto pubblico di Actv per cui, previa validazione all'inizio di ogni corsa, la durata del titolo viaggio sarà estesa dai consueti 75 o 100 minuti alla mezzanotte di domani stesso. Vale solo sulla rete automobilistica e tranviaria di Mestre, Lido e Pellestrina, mentre sono esclusi i collegamenti tra il centro storico e la terraferma, lungo il ponte della Libertà, quelli da e per l'aeroporto Marco Polo e il settore navigazione. Durante le dieci ore di divieto, possono correre i veicoli in deroga.


LE DEROGHE
Di categorie ne sono previste ben 21, tra cui i veicoli alimentati a Gpl, elettrici o ibridi; gli autobus, i taxi e in servizio noleggio; i veicoli per i portatori di handicap col relativo contrassegno; ma anche, tra gli altri, quelli in uso dei direttori di gara, atleti e dirigenti impegnati nelle attività sportive inserire nei calendari delle varie Federazioni. Per alcuni è richiesta in aggiunta l'autocertificazione su modello scaricabile dal portale del Comune. Oltre che sulle tangenziali, è inoltre ammesso il transito, secondo il percorso più breve, per andare e venire dai parcheggi scambiatori o strategici per la città: in via Da Verrazzano, in via Santa Maria dei Battuti, in via Buozzi angolo San Donà, in via Terraglio angolo Borgo Pezzana, in viale Ancona, presso la stazione ferroviaria e in via Ca' Marcello. «Le domeniche ecologiche spiega l'assessore alla Mobilità Renato Boraso tornano dopo qualche anno di assenza. Il Tavolo tecnico zonale ha ritenuto opportuno riproporle nell'ambito delle misure straordinarie di contenimento dell'inquinamento in vigore per il triennio 2021-23, con l'accordo di bacino padano. Ribadiamo, ancora una volta, che iniziative così hanno un forte risvolto di sensibilizzazione e di educazione, mentre sul piano pratico funzionano soprattutto se sono organizzate su area vasta, da più città insieme». Nel frattempo, sul fronte smog, c'è da registrare che nella centralina Arpav di riferimento per l'agglomerato urbano, al parco Bissuola, ancora non è stato raggiunto il bonus massimo di 35 giorni di superamento all'anno del limite massimo medio giornaliero di Pm10 (le polveri sottili o particolato), fissato in 50 microgrammi per metro cubo di aria. Evenienza che negli anni scorsi, di questo periodo, si era già verificata.
 

Ultimo aggiornamento: 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA