Giovedì 17 Ottobre 2019, 10:03

Abbattuto il pioppo all'angolo di San Basilio a Venezia: scoppia la protesta

PER APPROFONDIRE: albero abbattuto, san basilio, venezia
​Abbattuto il pioppo all'angolo di San Basilio a Venezia: scoppia la protesta
VENEZIA - La vista di quell'albero, all'angolo della banchina dove comincia l'area portuale, fa parte un po' dei ricordi di ogni veneziano. Bello, grande, ombroso, da martedì non è più al suo posto, dove era stato piantato nell'immediato dopoguerra. È stato abbattuto a colpi di motosega dagli operai incaricati dall'Autorità di sistema portuale dell'Alto Adriatico in quanto - è la spiegazione - sarebbe stato molto pericoloso per l'incolumità pubblica.

L'abbattimento, realizzato ramo per ramo tramite l'ausilio di una gru semovente, ha provocato una vasta eco tra la gente. Così, sui social c'è chi ha paventato una possibile illegittimità per mancanza di avviso, altri hanno rilasciato epiteti irripetibili rivolti non solo al Porto ma anche al Comune. Insomma, nel giro di poche ore c'è stata una mobilitazione, che in questo caso è stata postuma in quanto l'albero era stato tagliato. Era accaduto per gli alberi del Lido, per gli alberi del Seminario patriarcale, per alcuni alberi nei campi della città.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Abbattuto il pioppo all'angolo di San Basilio a Venezia: scoppia la protesta
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2019-10-19 06:22:18
Magari clonare con questo un altro albero della stessa specie e sottoporlo ad un trattamento di crescita rapida.. Piante del mio paesello:un adoppia fila lunga circa 1 chilometro diippocastani.Alcuni sono crollati marci dentro, inseguito a raffiche di vento..solo per caso non ci e' scappato il morto.Sono alberi celebrativi decisi in lontanissimo consiglio comunalel dopo Grande Guerra e in teoria avrebbero dovuto onorare i caduti secondo una qualche simbologia (o per fare un favore a ditta di coltivazione piantine che le aveva sul groppone invenduti?). qualcuno col passare degli anni in consiglio tento' di proporre di sostituire con piante meno impegnative e disturbanti e potenzialmente pericolose, ma trascurando ogni considerazione pratica , venne accusato di essere contro la storia e antipatriottico.(oggi lo sarebbe contro il mondoverde , contro Greta..ecc) Risultato..ogni anno ne devono curare, potare o abbattere e sostituirne qualcuna.Ogni autunno su strada e marciapiedi comincia il bombardamento di ricci e marroni incommestibili, forse per commemorare gli shrappeln che colpirono i caduti?.Conlelbicimeglioevitare perche' a volte sibucanolelgonne, e i passeggianti dovrebbero munirsi di ombrello o casco da cantiere.Unica utilita' dei marroni patriottici potrebbe essere la concia delle pelli che ormai nessuno pratica.
2019-10-18 16:53:46
In molti comuni succedono queste cose e dimostrano la poca sensibilità di taluni enti verso i cittadini. Se alberi, come in tanti luoghi, hanno un valore storico o anche perchè no, artistisco e paesaggistico, dovrebbero essere mappati dal comune stesso, e ove si rendesse purtroppo necessario per motivi di vetustà o malattie, e quindi di incolumità pubblica, l'abbattimento, lo stato dell'albero dovrebbe dovrebbe essere certificato da un ente preposto, forestale piuttosto che agronomo, che ne certifichi sia la giusta causa che l'immediato rimpiazzo. Non credo ci vogliano dei geni, solo un pò di buona volontà e sana educazione nei confronti dei cittadini. Ma ci rendiamo conto che in certi uffici pubblici, non tutti, Tommaso Moro ha preso lo spunto per il suo libro.
2019-10-18 12:33:31
Veneziani sono rimasti in pochi, ma sempre molto battaglieri per ogni minima sciocchezza. E come sempre incapaci di fare le cose
2019-10-18 12:20:55
... albericidio. quell'albero ( unico vero angelo custode dell'uomo e del creato ) è stato ucciso dimostrando l'uomo ancora una volta tutta la sua criminale superficialità ( odio ) per tutto ciò che è natura e creazione.. il delitto è ancor più grave in quanto perpretato per conto ( e sul ) conto della società.. nessuna scusante. nessuna giustificazione. nessuna scriminante.. solo condanna
2019-10-18 14:01:01
Stai pensando al Brasile?