Comunale "furbetta" pizzicata a far spese e a passeggio col cane: licenziata

Comunale "furbetta" a passeggio  col cane durante il lavoro: licenziata

di Roberta Brunetti

VENEZIA - Licenziamento confermato per la dipendente del Comune di Venezia, Ada Zaccariotto, che era stata pizzicata fuori ufficio anche a portare a spasso il cane mentre risultava in servizio. Un caso di assenteismo prima al centro di un'inchiesta penale conclusasi, nel 2017, con un patteggiamento, a cui era seguito il procedimento che aveva portato al licenziamento. Ora il Tribunale del lavoro, a cui l'ex dipendente era ricorsa, ha respinto la richiesta della  Zaccariotto che pagherà pure le spese: 1.850 euro.

Impiegata come istruttore amministrativo al Servizio accertamenti di centro storico e isole, Zaccariotto aveva un contratto part-time: nel corso del 2015 l'inchiesta della Procura aveva accertato l'«assenza dal lavoro, senza autorizzazione» della donna «in 8 pomeriggi, tra il 31 marzo e l'8 maggio» in cui la timbratura marcatempo la dava in ufficio, mentre gli investigatori l'avevano seguita (e ripresa) mentre faceva le spese o portava a spasso il cane.

Solo a seguito delle notizie apparse sui giornali locali, Ca' Farsetti si era mossa per avere informazioni ufficiali da parte della Procura e avviare così il procedimento disciplinare, secondo una tempistica ritenuta corretta dal giudice. «La sentenza denota come l'amministrazione abbia seguito correttamente tutta la procedura», commenta l'assessore al Personale del Comune di Venezia,  Paolo Romor.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Luglio 2018, 10:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Comunale "furbetta" pizzicata a far spese e a passeggio col cane: licenziata
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 63 commenti presenti
2018-07-18 14:14:40
certi commenti mi ricorda un fatto cacacdutomi anni fa: il sabato mattina non lavoro e spesso mi reco in centro (sic!) a fare la spesa. Un mio conoscente che incontravo era convinto da anni che io uscissi dall'ufficio per fare la spesa . quando gli dissi che non lavoravo il sabato non ci credeva! diversi miei colleghi non si recano in centro il sabato mattina o quando sono in ferie per non venire additati da ""furbetti del cartellino che se ne vanno a spasso invece di lavorare"
2018-07-17 17:20:49
Queste cose nel pubblico impiego sono SEMPRE esistite!Anche peggio! Il fatto che adesso si stracciano le vesti e licenzino a man bassa e' per un tentativo dirigenziale ipocrita di rifarsi la verginita'. Il dipendente pubblico o privato che sia agisce SEMPRE in conflitto di interesse con il datore di lavoro. Il primo cerca di farsi pagare il piu' possibile e lavorare il meno possibile, il secondo con finalita' invertite. Quando nelle motivazioni di licenziamento si parla del "venir meno del rapporto di fiducia", mi scappa da ridere: di quale fiducia si parla? Quindi il datore di lavoro deve utilizzare tutte quelle norme che mettano in condizione il lavoratore di non poter sbagliare o approfittarsene. Se questa andava in giro col cane vuol dire che nel posto dove operava non "serviva". Tant'e' che nessuno si accorgeva della sua mancanza. E' da condannare, a questo punto, la Signora oppure chi l'ha assunta senza che vi fosse necessita'?
2018-07-17 14:03:37
ce ne sono in comune assenteisti io conosco uno al lido che fa il messo ed è sempre mercai negozi ecc.
2018-07-17 16:22:05
Alberoni1948: se non lo denunci sei peggio di lui.
2018-07-17 14:03:26
solo una sono riusciti in quello che dovrebbe essere la norma?