Actv, tutti in coda ma senza il codice stampato: rimandati a casa senza bonus

Sabato 1 Ottobre 2022 di Alvise Sperandio
Actv, tutti in coda ma senza il codice stampato: rimandati a casa senza bonus
1

MESTRE - Le code sono continuate anche ieri, anche fuori dagli sportelli e sotto la pioggia battente. Non si placano dunque i disagi per gli utenti che si recano nelle biglietterie di Vela per acquistare gli abbonamenti di Actv usufruendo del Bonus trasporti statale da 60 euro. Senza contare che, nuovamente, sono stati moltissimi i pendolari che, dopo aver prenotato l'appuntamento allo sportello ed essersi messi in fila, sono stati rimandati a casa per non aver portato il foglio stampato su carta con il codice del bonus.


DIFESA E ATTACCO
Complessivamente a settembre sono stati chiesti e scaricati 22mila bonus. Se nella giornata di ieri si è registrato un leggero allentamento della pressione, rispetto alle autentiche resse registrate solo 24 ore prima, ancora tanti, comunque, si sono rivolti sportelli dove va ricordato ci si deve presentare con il Qr-Code del bonus stampato su carta, non valendo quello virtuale mostrato sullo smartphone. Questa circostanza ha generato ancora proteste tra l'utenza. «Dev'essere così per un semplice motivo - si difendono dall'azienda di trasporto - di sera, quando si chiude la contabilità, entrate e uscite devono corrispondere e quindi ci deve essere esatta corrispondenza tra denaro in cassa, meno i bonus, più le stampe degli stessi. Gli avvisi sono scritti dappertutto, la gente si sta abituando». «Davvero? - replica una utente - Siamo stati in parecchi ad essere rimandati a casa per non aver stampato il codice. Possibile che gli uffici non siano attrezzati per stampare dei semplici fogli?».


Il bonus è stato introdotto dallo Stato con il decreto Aiuti nell'ottica di incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici e di sostenere le famiglie alle prese con i rincari dovuti all'inflazione. È un contributo che può essere sfruttato per l'abbonamento mensile, plurimensile e annuale, sia sulla rete urbana che extraurbana. Si potrà sfruttarlo anche a ottobre, novembre e dicembre. Le code registrate in questi giorni, specialmente nelle biglietterie principali come piazzale Roma a Venezia e piazzale Cialdini a Mestre, sono state determinate dal fatto che molti si sono presi all'ultimo momento. «Abbiamo potenziato la rete di vendita, in termini di sportelli e orari disponibili e di personale in servizio», è stato assicurato da Actv e da Vela che gestisce la rete dei punti vendita. Ma in alcuni momenti la ressa è stata tale che l'attesa si è protratta addirittura per qualche ora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci