Venezia. La marea tocca i 150 cm. Allagato il 70 per cento del centro storico Foto Video

PER APPROFONDIRE: acqua alta, marea, venezia
Venezia. La marea tocca i 150 cm
Riaperte tutte le scuole in città
VENEZIA - Una giornata che è iniziata guardando prima il cielo, poi il livello dell'acqua in laguna. Dopo l'incubo vissuto nei giorni scorsi, i veneziani non hanno ancora il diritto di tirare un sospiro di sollievo: le previsioni meteo per quest'oggi sono sconfortanti, una nuova ondata di maltempo si sta abbattendo da ieri sera sul Nordest, e a Venezia era prevista una nuova acqua alta, una marea di 160 centimetri alle 13. Fortunatamente così non è stato. Il picco di marea ha infatti raggiunto 150 centimetri il picco di marea a Venezia, registrato alle ore 13.15 a Punta della Salute. In mare, secondo quanto ha riferito il Centro Maree comunale, si sono raggiunti i 155 centimetri alle ore 12.35Per la giornata di domani - lunedì - la marea resterà sostenuta ma su livelli inferiori: l'ultima previsione del Centro maree del Comune di Venezia è di un massimo di 110 centimetri alle ore 13.20. 

SCUOLE 
Domani riprende l'attività scolastica negli istituti di ogni ordine e grado. Per due scuole dell'infanzia lezioni in sedi alternative L'Amministrazione comunale comunica che le attività didattiche, sospese a causa dell'ondata di maltempo e dei ripetuti picchi di marea molto sostenuti che in questi giorni hanno caratterizzato Venezia, lunedì 18 novembre riprenderanno regolarmente negli istituti di ogni ordine e grado del centro storico, delle isole, del Lido e di Pellestrina. "Gli asili nido e le scuole d'infanzia comunali sono tutti agibili e puliti - spiega l'assessore alle Politiche educative Paolo Romor - gli unici problemi si registrano nella scuola Santa Teresa a Dorsoduro e nella San Francesco della Giudecca, dove sono ancora in corso le operazioni di ripristino dopo l'acqua alta straordinaria di martedì. I bambini che frequentano la San Francesco, fino al ripristino della normalità, saranno accolti alla Duca d'Aosta della Giudecca, situata in campo Junghans, mentre coloro che frequentano la Santa Teresa sosterranno le lezioni nella scuola Comparetti di Cannaregio, in campo del Ghetto Vecchio".
Si raccomanda a personale docente e ausiliario di segnalare eventuali anomalie o problematiche causate dai ripetuti picchi di marea di questi giorni: potranno infatti evidenziarsi alcuni disagi, soprattutto dal punto di vista elettrico e di pulizia, dovuti anche alle operazioni di ripristino delle strutture.



LA GIORNATA
ORE 11.36 - La marea segna i 137 cm
Il livello del mare Adriatico davanti alla laguna di Venezia appare in calo, anche se il livello di marea nel centro storico continua a crescere e alle ore 11.30 ha segnato 137 centimetri. Lo comunica l'amministrazione comunale di Venezia, sulla base dei dati registrati dalla piattaforma Ismar-Cnr. La situazione comunque è ancora in evoluzione.


ORE 12 - Piazza San Marco chiusa ai pedoni
Da pochi minuti piazza San Marco è stata chiusa al passaggio dei pedoni. Lo comunica l'amministrazione comunale di Venezia. Il livello di marea in questo momento è di 136-137 centimetri a Punta della Salute.

ORE 12.10 - LA COLLEGA ANGELA PEDERIVA IN DIRETTA DA SAN MARCO



ORE 12.27 - LA MAREA CONTINUA A SALIRE
Continua a salire la marea a Venezia, toccando 141 centimetri a mezzogiorno, secondo la rilevazione della stazione di Punta della Salute. Alla diga foranea del Lido la marea è di 144 centimetri. A questo livello viene allagato il 59% del centro storico lagunare.



ORE 12.46
Actv ha comunicato di aver sospeso le linee dei vaporetti in Calan Grande a causa dell'elevato livello della marea. 

ORE 13 SCATTA L'ORA X - LA DIRETTA DA SAN MARCO


ORE 13 - SI ALZA LO SCIROCCO
Il vento di scirocco ha iniziato da poco a spirare con violenza sulla laguna e su Venezia e la previsione di una punta di acqua alta di 160 centimetri si fa sempre più concreta. In città al momento il livello è intorno a 147 centimetri ma alla diga del lido - riferisce il Centro maree - l'acqua è già a 155 cm. La polizia municipale ha fatto uscire poco fa dalla piazza, per ragioni di sicurezza, anche i cameraman e fotografi.

ORE 13.14 - LA MAREA TOCCA I 150 CM IN CENTRO STORICO
L'acqua alta sta toccando in questo momento il metro e 50 nel centro storico, a Venezia, ma non dovrebbe essere ancora la punta massima di marea. Lo riferisce il Centro maree del Comune spiegando che in mare il picco è già stato raggiunto, a un metro e 55, e quindi si attende che questo sia il livello che toccherà anche a Venezia. Sembra tuttavia scongiurato il picco inizialmente previsto ancora più alto a 160 cm. La città è ora allagata per il 70%.


ORE 13.27 - Pericolo nel Rio
In Rio della Tana intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco per recupero materiale ingombrante e pericoloso alla navigazione.



ORE 13.30 - SI COMINCIA A TIRARE UN SOSPIRO DI SOLLIEVO: PICCO MASSIMO A 150 CM, POI LA DISCESA
 

BRUGNARO: «LA MAREA STA CALANDO. E RICORDATE, I VENEZIANI SONO IN GINOCCHIO SOLO QUANDO PREGANO». E IL SINDACO PORTA PURE IN SALVO UN CAMERAMAN
Il sindaco Luigi Brugnaro si improvvisa soccorritore in una piazza San Marco completamente allagata, e portandolo di peso assieme ai vigili aiuta un cameraman che, con stivali troppo corti, era rimasto bloccato su una passerella. Brugnaro, che doveva fare con la troupe un'intervista, non ci ha pensato su e facendosi aiutare ha raggiunto con gli stivaloni alti l'operatore e sottobraccio lo ha condotto in una zona meno profonda, sotto alle Procuratie Nuove.



TORNANO I TURISTI E I GABBIANI CHE LI ATTACCANO: E' SUCCESSO ANCHE OGGI
Passata la paura della nuova super-marea, Venezia torna pian piano alla vita di sempre. L'acqua si sta ritirando dai campi e dalle calli, e i turisti riprendono a sciamare per il centro storico, quasi tutti a caccia di foto scenografiche e di selfie con la città allagata. È ripreso normalmente anche il servizio dei vaporetti. In alcune zone, come campo Santo Stefano, rimangono solo grandi pozzanghere che diventano il luogo di «caccia» dei gabbiani reali, che arrivano - è successo anche oggi - ad attaccare i turisti per rubare cibo dalle loro mani.
 
 
 


TERZA MAREA ECCEZIONALE, NON SUCCEDEVA DAL 1872
Per la prima volta nella storia dal 1872 si presentano due eventi mareali superiori a 150 cm nello stesso anno, e per di più nella stessa settimana; prima volta nella storia dal 1872 che si presentano tre eventi mareali superiori a 140 cm nello stesso anno, e per di più nella stessa settimana. Seconda volta nella storia, assieme al 29 ottobre 2018, che si presentano due eventi mareali superiori a 140cm nell'arco di 24 ore. E fra qualche ora arriverà anche il terzo primato assoluto, visto che è prevista una nuova onda di marea di 160 centimetri alle 13. Il che significa acqua fino alla coscia in piazza San Marco e l'allagamento di quasi tutta la città.

COSA E' SUCCESSO NELLA NOTTE: LA MAREA E' ARRIVATA A UN METRO
È a un metro sul medio mare la marea a Venezia alle tre di questa notte, un dato leggermente inferiore alle attese ma che non cambia la previsione di un preoccupante picco da 160 centimetri per le 12.30 di oggi. Lo riferisce il Centro maree del Comune. La marea continuerà  perciò ad aumentare, moderatamente fino alle 5-6 del mattino, poi più rapidamente fino alle 13 per poi defluire progressivamente. Lo scirocco dovrebbe calare e la marea tornare sui 45 centimetri entro le 20.30. Sempre che le condizioni di vento non riservino sorprese.

IL PATRIARCA VISITA LE ISOLE
La solidarietà e la vicinanza dell'intera Chiesa veneziana alle popolazioni delle isole della Laguna di Venezia colpite dalle maree di questi giorni sarà espressa direttamente, nelle prossime ore, dal Patriarca Francesco Moraglia. Nel pomeriggio il Patriarca si recherà nell'isola di Murano dove farà visita ad alcune persone, famiglie e attività produttive; alle ore 18.00 presiederà la S. Messa nella basilica e chiesa parrocchiale dei Santi Maria Assunta, Donato e Cipriano. Domani, sempre nel pomeriggio, mons. Moraglia sarà a Mazzorbo e Burano e poi presiederà la Messa alle ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Martino a Burano.


GLI INTERVENTI DEI VIGILI DEL FUOCO
Prosegue l’attività dei vigili del fuoco per l’emergenza acqua alta a Venezia. Alle 8, di questa mattina, già eseguiti oltre 730 interventi dall’inizio dell’emergenza dal 12 novembre. Il dispositivo di soccorso dei vigili del fuoco odierno è stato rinforzato su tutto il territorio provinciale per eventuali criticità, che si potrebbero presentarsi per le avverse condizioni meteorologiche e per il picco di acqua alta previsto in tarda mattina.


LE IMMAGINI DEI GIORNI DA INCUBO DELLA LAGUNA
 
LE FOTO
Allarme acqua alta a Venezia per la notte di martedì 12
L'acqua alta a Chioggia
Rive distrutte, imbarcazioni nelle calli, acqua e danni ovunque
Cripta San Marco allagata
I danni alla spiaggia di Jesolo dopo la mareggiata del 12 novembre
Il premier Conte a Venezia per l'emergenza maltempo
Venezia allagata. Le immagini della città il 14-11-2019, dopo 48 ore da incubo
Sacca SCARDOVARI DEVASTATA DAL MALTEMPO, 13 NOVEMBRE 2019
Venezia allagata, le immagini della città con l'alta marea di venerdì 15 novembre 2019

Salvini a Venezia, 15 nov 2019

I VIDEO
Il ministro Franceschini con il Patriarca in sopralluogo a San Marco

Venezia con l'incubo acqua alta martedì 12 notte
L'acqua alta e il vento a Venezia, panico in centro storico
Venezia, un fiume d'acqua in via Garibaldi a Castello
Il risveglio di Venezia: danni pesantissimi, città in ginocchio
La città con la marea, ancora una volta sommerso il nartece della Basilica di San Marco

Venezia allagata. Il premier Conte in visita alla Basilica di San Marco
Acqua alta a Venezia, piazza San Marco allagata e c'è persino chi nuota
IN VOLO SULLA LAGUNA - Venezia martoriata dall'acqua alta vista dall'elicottero della Polizia
ISOLA ALLAGATA Pellestrina "salvata" dai pompieri dell'Hcp
Venezia, i turisti tornano in Piazza San Marco per scattare selfie nell'acqua alta
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 17 Novembre 2019, 09:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Venezia. La marea tocca i 150 cm. Allagato il 70 per cento del centro storico Foto Video
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2019-11-18 10:26:56
ancora non sono arrivate le caditoie di cuppertone. avrebbero risolto il problema almeno per le maree dei giorni successivi
2019-11-18 10:06:18
A venezia anche le opere di pochi anni diventano monumenti storici... chissà perché... compreso il ponte di legno fatto provisoriamente dagli austriaci è diventato monumento storico... va ben che non c’è nulla di più definitivo di un’opera provvisoria... siamo nella città di arlechino
2019-11-18 09:25:17
turisti che vanno apposta per vedere? che bassezza, ho visto qualche filmato dove sorridono pure, si possono vergognare
2019-11-18 09:06:10
Quale esempio da questa repubblica? Quale esempio dai partiti ?dai politici ? PESSIMO,VOMITOSO,DELUDENTE,BIETO,IRRISPETTOSO. IN QUANTO HANNO RUBATO e RUBERANNO I NOSTRI,RIPETO, I NOSTRI SOLDI!!!!così non va , così non funziona per niente!
2019-11-18 09:03:25
Bungiorno,dobbiamo accettare la debolezza,la solitudine,l'ambiguità,la disuguaglianza,la fragilità, la corruttibilita,da sempre! il disinteresse totale da parte di questa Repubblica/partiti,politici,porterà alla totale rovina l Italia! Serve una repubblica del popolo un presidente della repubblica che tuteli la costituzione un solo partito positivo propositivo eucato che in 10 anno debba assolutamente tutelare gli interessi del popolo! Azzeramento totale delle posizioni debitore del popolo e nuove leggi rigidissime severissime per tutelare il stato=popolo.tasse più basse copiando la norvegia o simili