In conclusione i lavori della terza corsia sul tratto Alvisopoli-Gonars: weekend di chiusura in A4

Giovedì 2 Luglio 2020 di Marco Corazza
Si concludono i lavori della Terza corsia in A4 tra Alvisopoli e Gonars
Sull’autostrada A4, fra Alvisopoli e il nodo di interconnessione di Palmanova, aumentano progressivamente i tratti a tre corsie aperti alla circolazione. Durante il mese di luglio saranno completati gli ultimi interventi e poi tutto il tratto sarà a tre corsie. Superlavoro, quindi, per le imprese e per Autovie Venete che hanno deciso di concentrare, nel prossimo fine settimana una serie di lavorazioni e di attività per eliminare tutti i flessi (le deviazioni attive nel cantiere) presenti sui cinque chilometri compresi fra Castions di Strada e San Giorgio di Nogaro. A quel punto resterà da completare soltanto la stesa degli ultimi dieci chilometri di asfalto drenante lavorazione che richiederà di mantenere ancora brevi scambi di carreggiata.

Due chiusure notturne nel fine settimana   
Nel primo sub-lotto (Alvisopoli-Portogruaro) del secondo lotto,  questo fine settimana verrà riproposto l’intervento sospeso tre settimane fa a causa di un guasto a un macchinario. Si tratta dello spostamento di un tratto dell’acquedotto che collega Bibione che corre a una profondità di circa 5-6 metri sotto il manto stradale. L’autostrada sarà chiusa nel tratto Latisana - Portogruaro in direzione Venezia dalle 20 di venerdì 3 luglio alle 8 di sabato 4 luglio. In questa prima fase dei lavori, una fresa scaverà nel terreno sottostante all’autostrada e, contemporaneamente, spingerà in avanti la nuova condotta idraulica (lunga 150 metri e del diametro di un metro e venti centimetri). La tecnica utilizzata per lo scavo e la spinta di una condotta, che si utilizza molto nelle gallerie, è conosciuta come microtunneling e permette l’avanzamento del manufatto con precisione millimetrica a una “velocità” di un metro all’ora. Contemporaneamente saranno eseguite indagini georadar e geoelettriche nel sottosuolo per verificare che non ci siano cedimenti del terreno. Una seconda chiusura è stata pianificata dalle 200 di sabato 4 luglio alle 8 di domenica 5 luglio nel tratto dal nodo di Portogruaro al nodo d Palmanova in entrambe le direzioni di marcia. In questo arco di tempo, proseguirà l’avanzamento della tubatura dell’acquedotto e inoltre verrà spinto sotto l’autostrada uno scatolare (un manufatto in calcestruzzo) che consentirà il collegamento idraulico dei fossi che raccolgono l’acqua dell’autostrada. Nel terzo lotto, fra Alvisopoli e Gonars, verranno tolti i new jersey che delimitano i flessi, modificata la segnaletica orizzontale e il traffico sarà spostato sul nuovo sedime autostradale. Tra Alvisopoli e Portogruaro, invece, verranno issati due sostegni per i pali di illuminazione del nuovo cavalcavia  (in fase di costruzione  sulla direttrice Udine – Trieste del Nodo di Palmanova) e ripassata tutta la segnaletica gialla di cantiere.

Le modifiche alla circolazione
A seguito delle chiusure autostradali sono previste alcune modifiche alla circolazione.
Dalle 20 di venerdì 3  alle 8 di sabato 4 luglio chi proviene da Trieste ed è diretto verso Venezia dovrà uscire a Latisana e rientrare allo svincolo di Portogruaro.
Dalle 20 di sabato 4 alle 8 di domenica 5 luglio chi proviene da Trieste ed è diretto a Venezia dovrà uscire al casello di Palmanova e rientrare allo svincolo di Portogruaro. Chi proviene da Venezia (A4) o da Conegliano (A28) ed è diretto a Trieste dovrà uscire allo svincolo di Portogruaro e rientrare a Palmanova. Chi proviene da Venezia (A4) o da Conegliano (A28) ed è diretto a Udine dovrà uscire a Portogruaro, seguire i percorsi alternativi segnalati dalle frecce gialle sulla viabilità ordinaria, e rientrare a Udine Sud. Nessun problema per chi proviene dalla A28 ed è diretto a Venezia. Chi proviene dalla A23 (Tarvisio – Udine) dovrà uscire a Udine Sud e imboccare la A4 allo svincolo di Portogruaro. Nessun problema invece per chi proviene da Udine ed è diretto a Trieste né per chi proviene da Trieste ed è diretto a Udine. © RIPRODUZIONE RISERVATA