Pesta un 18enne e gli rapina il cellulare: in carcere albanese 22enne

Venerdì 23 Agosto 2019
2
UDINE - Un giovane di 22 anni, cittadino albanese e residente in provincia di Udine, è stato arrestato ieri 22 agosto dalla Polizia in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere per la rapina di un cellulare sottratto con violenza a un ragazzo di 18 anni come ritorsione, in seguito a un episodio accaduto tra loro in precedenza. L'episodio si era verificato il 20 giugno nella sala d'attesa dell'autostazione delle corriere. L'aggressore aveva notato la vittima seduto in sala d'aspetto, gli si era avvicinato e lo aveva colpito con un calcio e schiaffi al volto. Alla vittima, un giovane serbo residente in Friuli, era caduto il cellulare.

L'aggressore lo aveva raccolto e si era allontanato colpendo nuovamente il giovane che gliene chiedeva la restituzione. L'aggressore era stato rintracciato nel giro di un'ora dalla Volante della Questura di Udine e trovato ancora in possesso del cellulare. Il ragazzo era insieme a una coetanea di origini ucraine. Entrambi erano stati indagati a piede libero per rapina.

La misura cautelare emessa dal gip a seguito delle indagini è stata eseguita ieri 22 agosto dalla Polizia. Il ragazzo è stato arrestato nella sua abitazione, dove era ai domiciliari da qualche tempo a seguito di una rapina impropria commessa in una ferramenta. Entrato per rubare era stato colto sul fatto dal titolare, colpito dal giovane nel tentativo di scappare. Il giovane è stato quindi condotto in carcere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA