I bulli ora usano il dissuasore elettrico: scarica sul corpo 10mila kV

Domenica 22 Ottobre 2017 di Paola Treppo
20
FRIULI (Udine e Campoformido) - Via la vecchia fionda, messa nel baule dei ricordi biricchini di nonni, mamme e papà. Via i sassolini e le biglie. Adesso tra i "monelli" under 18 va di moda il dissuasore elettrico. Niente "fai da te" come un tempo; adesso è tutto elettronico, da caricare con la presa di corrente, senza neanche bisogno di batterie portatili. Come per il telefonino, o meglio lo smartphone. Basta schiacciare un tasto per far partire una scarica da 10mila kV, corrente che non si sa che effetti può avere sul corpo debilitato, ad esempio, di un portatore di pacemaker. I dissuasori elettrici non sono illegali, per un certo tipo di gamma: possono essere acquistati liberamente ma solo da adulti e anche gli adulti devono tenerli unicamente in casa.

Non si può portare un dissuasore elettrico al di fuori dell'abitazione, come ha fatto, questa notte, un ragazzo romeno che vive da tempo con la madre a Udine. Il giovane, minorenne, è stato notato dai carabinieri della stazione di Campoformido mentre stava pedalando in sella a una bici in direzione Udine. Era da poco passata la mezzanotte di oggi, sabato 21 ottobre, quando gli uomini del maresciallo maggiore Giovanni Sergi, lo hanno visto e fermato per un controllo su strada.

In mano aveva un dissuasore elettrico lungo 17 centimetri. Di primo acchito pareva una torcia per far luce sulla via, anche se questa strada, molto trafficata, è bene illuminata, e i fari della due ruote fanno il resto. A un veloce esame quella torcia si rivela essere un dissuasore elettrico, illegale, peraltro carico, pronto per l'uso. Il ragazzino dice che l'ha comprato in un mercatino, per suo gusto, per suo uso, perché gli piace. La madre, interpellata, dà un'atra versione dei fatti: quella specie di torcia, elettrica in tutti i sensi, suo figlio l'ha trovata; dove non si capisce. Sta di fatto che lo strumento viene posto sotto sequestro e il ragazzino denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica per i Minori di Trieste per il possesso illegale di questo strumento pericoloso, non solo gli altri ma anche pe se stessi, se usato male. 

​Non è il primo caso, in Friuli, del rinvenimento e del sequestro di questo tipo di oggetti, trovati a terra anche dopo eventi e feste di massa frequentate perlopiù da minorenni, anche stranieri. Usato, al pari dello spray urticante al peperoncino, per stordire la vittima presa di mira e quindi derubarla di soldi, o catenine d'oro, o altri beni. Più un oggetto per aggredire, insomma, che per difendersi dai malviventi. I dissuasori elettrici costano poco, si trovano su internet e nei mercatini ma la maggior parte arriva dall'estero, dai Paesi dell'Est.  Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 13:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA