Sparatoria in mattinata a Mortegliano, ferito grave alla testa. È tentato omicidio. Un arrestato ma si cerca anche un complice

Sabato 6 Giugno 2020 di R.U.
Sparatoria in mattinata a Mortegliano, un ferito grave. È tentato omicidio
1
MORTEGLIANO (Udine) E' stata caccia all'uomo in Friuli, con polizia e carabinieri che sono sulle tracce del protagonista della sparatoria avvenuta questa mattina a Mortegliano, con un ferito grave, un giovane di 25 anni, ricoverato all'ospedale di Udine. Nel corso della mattinata, l'uomo sospettato di avere sparato è stato fermato ed è sottoposto a interrogatorio. Per lui si prospetta l'ipotesi di tentato omicidio. Ma non si esclude abbia potuto agire con un complice, non ancora fermato.
«Sono momenti di grande concitazione - ha fatto sapere all'Ansa il Procuratore di Udine Antonio De Nicolo - e non diffonderemo alcun dettaglio fino a che non sarà assicurato alla giustizia anche il secondo presunto autore del delitto. I periti balistici dell'Arma dei Carabinieri hanno svolto i loro rilievi e attendiamo gli esiti di quanto ricostruito. Le singole responsabilità di quanti hanno partecipato all'evento criminoso saranno delineate quando l'intero quadro accusatorio sarà
definito».
Quanto al movente, per il Procuratore di Udine si tratterebbe «di un regolamento di conti in ambito malavitoso: anche in questo caso la diffusione di ulteriori dettagli potrebbe pregiudicare l'accertamento della verità dei fatti».
Secondo quanto filtrato da ambienti investigativi, la vicenda sarebbe legata al mondo della droga.
L'episodio è avvenuto a Mortegliano, nella zona del cimitero, verso le ore 8 di questa mattina, sabato 6 giugno, in mezzo alla campagna friulana.
Stando a una prima ricostruzione, in seguito a una lite, forse un regolamento di conti, sarebbero stati esplosi dei colpi di pistola e uno dei protagonisti sarebbe stato ferito gravemente. Una terza persona avrebbe dato l'allarme chiamando i soccorsi, intervenuti con l'ambulanza del 118 che ha trasportato il ferito in ospedale a Udine e carabinieri e polizia.  Ultimo aggiornamento: 7 Giugno, 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA