Sigilli e poi collaudo della fabbrica di stoccaggio plastica ​da 18.000 metri quadri

PER APPROFONDIRE: impianto, pradamano, rifiuti, sequestro
Sequestrato stabilimento di stoccaggio rifiuti di plastica di 18.000 metri quadri
UDINE - Uno stabilimento destinato allo stoccaggio e recupero di materiale plastico ed ingombrante, in provincia di Udine, è stato posto sotto sequestro dai Carabinieri dei Noe di Udine per alcune ore. Secondo quanto accertato dai carabinieri, la società titolare dell'impianto aveva presentato la documentazione per il rinnovo dell'autorizzazione ad esercitare. I militari del Noe, però, avrebbero appurato che la stessa documentazione era incompleta, denunciando il presidente del Cda della società proprietaria e gestrice, che ha sede a Pradamano (Udine).  Secondo l'azienda c'era solo una carenza documentale relativa al collaudo finale, collaudo che sarebbe  stato fatto oggi stesso. 

Nel grande impianto, che ha una superficie di 18.000 metri quadri, erano stoccati 1.400 metri cubi di rifiuti, per un valore complessivo del sequestro di 2.5 milioni di euro. Questo, è stato eseguito al termine di una serie di ispezioni condotte dai Carabinieri del Nucleo operativo ecologico nell'ambito dell'attività di controllo nel settore disposta dal Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale e finalizzate al monitoraggio delle attività impegnate nel «ciclo della plastica».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 9 Ottobre 2019, 13:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sigilli e poi collaudo della fabbrica di stoccaggio plastica ​da 18.000 metri quadri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-10-09 13:43:03
Enrico, ciao e segna.