Rifiuti, aggredito un giornalista di Telefriuli. Solidarietà dell'Assostampa

Lunedì 13 Gennaio 2020
RIFIUTI Un camioncino dei rifiuti (archivio)
1

UDINE «Ennesimo episodio di violenza nei confronti di un giornalista. Questa volta l'Associazione della Stampa del Friuli Venezia Giulia esprime solidarietà a Giancarlo Virgilio di Telefriuli, aggredito verbalmente e fisicamente a Udine mentre riprendeva la distribuzione dei bidoncini per la raccolta 'porta a portà dei rifiuti a un gazebo allestito in una strada cittadina per conto della Net», azienda che gestisce la raccolta differenziata. Lo afferma l'Assostampa del Fvg. «L'addetto al gazebo - si legge in una nota di Assostampa - non si è limitato a pretendere di non essere ripreso, ma è passato alle vie di fatto strattonando il collega e sottraendogli il telefonino. Positive le scuse immediatamente offerte a Telefriuli dal Comune di Udine e dalla stessa Net, a noi come sindacato e come giornalisti preme sottolineare la frequenza se non la disinvoltura con cui 'si mettono le mani addossò a chi fa in strada il nostro lavoro». Secondo quanto riporta Assostampa, «il responsabile del gazebo ha sottratto il telefonino, lo ha messo in tasca e ha preteso dal collega l'esibizione di un documento di identità, quasi che nei confronti di un giornalista chiunque possa sentirsi investito delle funzioni di pubblico ufficiale». Assostampa «è solidale con Virgilio e con la redazione di Telefriuli e condanna questo ennesimo episodio di violenza e di lesione della libertà di stampa e del diritto di cronaca».

© RIPRODUZIONE RISERVATA