Don Alberto scomunica le minigonne: «Troppe cosce al vento in chiesa»

Una veduta di Resia
TRIESTE - Troppe minigonne in chiesa e il sacerdote non ci sta: prende «carta e penna» e consegna il suo anatema, contro l'abbigliamento di alcune giovani durante una recente funzione, a volantini distribuiti tra i fedeli nelle parrocchie della Val Resia, in Friuli. Per il protagonista della vicenda, don Alberto Zanier, vicario parrocchiale a Resia (Udine), si tratta di «carne al vento» e insiste: «la Chiesa non è una balera o un boudoir». Nel testo di don Alberto, 30 anni, si fa riferimento alla «crisi» del prosciutto a San Daniele e a «un altro tipo di cosce» che a Resia, osserva, «non conosce ombra di crisi». Gambe che facevano la «loro bella comparsa dal di sotto di mini (troppo mini) gonne di adolescenti». Il prete definisce questo tipo di abbigliamento una «grave mancanza di rispetto sotto tre aspetti»: «verso il corpo della donna», «verso gli altri» («mostrare carne al vento a più non posso è una gravissima forma di maleducazione verso chi mi sta vicino perché potrei urtare la sua sensibilità o addirittura provocare la sua sessualità») e «verso il sacerdote». «O non ricordiamo - si chiede - che siamo davanti a un ministro di Dio chiamato, oltre che a vivere il celibato, ad annunciare e insegnare la morale cattolica anche in campo sessuale?». La colpa, conclude il sacerdote «è delle mamme. Care mamme quando le vostre figlie escono di casa, vedete come vanno in giro?».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Gennaio 2019, 14:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Don Alberto scomunica le minigonne: «Troppe cosce al vento in chiesa»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2019-01-15 11:44:54
don, la bibbia =che tu dovresti conoscere- parla di "cinture di foglie di fico intrecciate" per coprire le nudita'...
2019-01-12 22:35:32
Non ha mica detto di mettersi il burqa come le maomettane, ma solo di rispettare il luogo e le persone. Quanta indignazione femminista a sproposito.
2019-01-09 13:59:33
Mi sa che il reverendo forse non e` cosi` concentrato sul suo Ministero mentre officia se si fa distrarre da certe cose.
2019-01-09 13:21:16
... cosce al vento.. mi sa che il vento sia contento..
2019-01-09 12:31:55
il prete ha ragione (purtroppo). il modo di vestire è soggettivo ma certe cose sono esagerazione. la colpa di questi comportamenti io la addosso alle madri che sicuramente hanno gli stessi comportamenti e/o modi di pensare ma anche ai media che inculcano ai giovani "way of life" che possono anche non essere condivisi ma che non tengono in considerazione il modo di pensare degli altri. in parole povere tutti dovranno diventare delle marionette sottoposte alla volontà (economica) di alcune "categorie".