Ragazzina scivola sotto gli occhi del papà sul nevaio a 2.000 metri

Giovedì 30 Luglio 2020
La stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e Speleologico è intervenuta in Comune di Chiusaforte (secondo di tre interventi effettuati oggi 30 luglio) per aiutare un'adolescente accompagnata dal padre. La ragazzina, diretta assieme al genitore alla Ferrata Julia sul Monte Canin, è scivolata sul nevaio ad una quota di 2000 metri e si è procurata alcuni traumi non gravi che le impedivano di proseguire. E' qui che, dopo il coordinamento NUE112 e SORES, è stato inviato l'elisoccorso regionale con l'equipe medica e il tecnico di elisoccorso che ha effettuato il recupero con una verricellata, essendo impossibile atterrare nelle vicinanze. La ragazzina è stata portata in ospedale a Tolmezzo e il padre accompagnato in elicottero a Sella Nevea per recuperare la propria auto.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA