Piazza Marconi, sarà rialzata: lavori al via all'inizio del 2022

Venerdì 17 Settembre 2021 di Alessia Pilotto
Piazza Marconi a Udine

UDINE - Ormai viene vissuta e percepita con un pezzo di strada, ma nel futuro di piazza Marconi c'è una nuova funzione: quella di piazza, appunto. A darle quel ruolo è il progetto definitivo di sistemazione approvato ieri dalla giunta Fontanini, per un importo complessivo di 800mila euro, un piano di riqualificazione che completerà quanto iniziato con la ripavimentazione di via Mercatovecchio e la ristrutturazione di Palazzo Bartolini, ossia i due estremi dell'area. Il progetto è stato redatto tenendo conto di quattro obiettivi: le trasformazioni storiche (nel 900 furono abbattuti alcuni edifici per allargare la zona e permettere il passaggio del tram); la continuità stilistica con l'intervento fatto sul contiguo asse centrale; la valorizzazione della Biblioteca e la necessità di consentire il transito carrabile sulla pavimentazione.


L'INTERVENTO

«Si tratta di un intervento atteso da sempre ha commentato il vicesindaco con delega alle opere pubbliche, Loris Michelini - ma non si può solo parlare: è necessario fare e concretizzare. Il cantiere terrà conto dell'aspetto storico e, assieme alla Soprintendenza, è stato deciso che sarà presente un archeologo. Sarà una riqualificazione: la parte che guarda a sud sarà in pietra piasentina bocciardata antiscivolo posata in senso diagonale, un'area rettangolare (la vera e propria piazza) che ospiterà in futuro anche l'edicola e la statua di Carlo Sgorlon e che sarà delimitata da una cordonatura in pietra bianca d'Istria d'Orsera. Tutta l'area, inoltre, sarà portata a livello del sottoportico, quindi allineata alzando la quota dell'intero lotto, eliminando il salto con i marciapiedi, come fatto in via Mercatovecchio. Lateralmente, cioè nella parte prospiciente alla Biblioteca e verso via Paolo Sarpi, così come in una porzione davanti alla piazza, sarà invece posizionato il porfido (posato ortogonalmente, ndr), a indicare il passaggio carrabile: sotto di esso, sarà realizzato uno strato cementizio per garantirne la tenuta». L'intera area sarà definita dal posizionamento di canaline continue, uguali a quella già esistente verso via Mercatovecchio, anche verso le altre tre vie; le aree esterne al perimetro delimitato saranno rifatte per poterle raccordare altimetricamente con le pavimentazioni esistenti e saranno tutte realizzate in porfido posato a coda di pavone (come oggi la stessa piazzetta Marconi). Si interverrà anche sui sottoservizi: dalla fognatura (sarà rifatta una parte nuova, con il ricalcolo dei drenaggi e la sistemazione delle pendenze e la rete verrà estesa anche verso via Mercatovecchio), alle reti del gas e dell'acqua (a carico dei rispettivi gestori). «Nell'occasione ha detto Michelini - saranno anche predisposte quattro prese elettriche, in modo che l'area possa ospitare eventi. I lavori a base d'asta ammonteranno a circa 556mila euro e abbiamo accantonato una buona parte di fondi per gli imprevisti, vista l'esperienza su Mercatovecchio. Ora si andrà a gara e ci saranno i tempi tecnici di affidamento. Penso si partirà con i lavori a gennaio;, da contratto il cantiere dovrebbe durare 5 mesi. Vogliamo finire il prima possibile».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA