Giovedì 12 Settembre 2019, 10:48

Nordest da scoprire. Viaggio fra i paesi fantasma della Val Dogna

PER APPROFONDIRE: paesi fantasma, val dogna
Nordest da scoprire. Viaggio fra i paesi fantasma della Val Dogna

di Maurizio Bait

D'estate, soltanto d'estate la vita degli uomini rianima questi magri grappoli di case antiche in Val Dogna. I vecchi se ne sono andati da un pezzo, vinti dalla stanchezza, consumati dalla resistenza alla solitudine. Nuove famiglie hanno comprato e ristrutturato qualche stavolo, ossia l'arcaica costruzione alpestre fatta di baita, stalla e fienile ai margini dei pascoli. Nessuno falcia più i prati alti, non muggiscono le vacche quassù dove i cervi, gli orsi e i lupi hanno ripreso quartiere nei territori della foresta mentre nei vecchi cortili giocano e urlano in vacanza nuovi bambini che cresceranno altrove. Val Dogna. Un degradare del torrente e delle anime verso il Fella, incontro alla civiltà e al lavoro promessi dalla non remota piana friulana. Ma quassù tutto è silenzio: su ogni cosa troneggia il Montasio, re delle Alpi Giulie occidentali cantato dal pioniere e poeta Julius Jugy. Da questa parte mostra il superbo fianco Ovest dove si sviluppano itinerari alpinistici estenuanti e temerari alla vetta come la via delle Clapadorie o la via Kugy-Horn.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nordest da scoprire. Viaggio fra i paesi fantasma della Val Dogna
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-09-12 18:51:32
Imu, Ici, Irpef anche su baiti e cosi'molti di questi finiscono prima scoperchiati e poi rapidamente disgregati. Qualche volta appare un cartello"vendesi", mai "regalasi-cedesi in comodato purche'si restauri in modo sobrio esentasse.
2019-09-12 11:25:10
Giusto per puntualizzare, il torrente non "degrada", semmai "digrada"
2019-09-12 17:01:59
Come digradare l'italiano.