Ammazza la moglie: «Continuava a rinfacciarmi che non lavoravo»

Ammazza la moglie: «Continuava
​a rinfacciarmi che non lavoravo»
GRADISCA D'ISONZO - «Non ricordo nulla di ciò che è accaduto in camera. So che stavamo litigando e, subito dopo, come se il tempo di fosse fermato, sento mio figlio che mi chiama dall'altra stanza. Dell'aggressione non ho alcuna immagine»: lo ha riferito Dritan Sulollari, reo confesso dell'omicidio della moglie, ieri mattina a Gradisca d'Isonzo (Gorizia), nel corso del l'interrogatorio svoltosi oggi di fronte ai carabinieri del Nucleo investigativo di Gorizia, al comando del tenente colonnello Pasquale Starace, e del suo legale di fiducia Paolo Bevilacqua.

«Il litigio era scoppiato per le solite ragioni - ha spiegato l'albanese - mi rinfacciava che non lavoravo, che stavo sempre in casa. Inoltre, non c'era accordo sulla separazione e sull'affido del bambino». Nulla però sulle fasi dell'aggressione. «So che ho evitato di far vedere a mio figlio la mamma morta in camera e gli ho detto che mi ero ferito e che dovevo andare in ospedale - ha concluso Sulollari - ma non chiedetemi cosa sia accaduto quando avevo il coltello in mano e come mi sono ferito alla mano perché non lo so».

Domani alle 12 è prevista l'udienza di convalida del fermo mentre sabato mattina è in programma l'autopsia. Il bambino, che ha solo otto anni, è stato affidato dal giudice minorile ad un amico di famiglia della coppia in attesa di capire cosa accadrà quando arriveranno i nonni dall'Albania. 

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 10 Novembre 2017, 09:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ammazza la moglie: «Continuava a rinfacciarmi che non lavoravo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2017-11-10 21:46:18
Da donna dico: ci sono donne veramente ma veramente MALVAGIE (e non sanno che con questa creeranno la loro sfortuna ...)
2017-11-12 00:21:32
ecco un 'altra. Allora tu ti aspetti che se per caso un giorno dici una cosa sbagliata al tuo compagno questo ti picchi o ammazzi e magari pensi pure che abbia ragione? La violenza e' una piaga che va prevenuta e curata, non giustificata MAI
2017-11-10 21:05:56
I commenti a questo articolo mi turbano molto, denotano che non si conosce il tema, mostrano che si affronta il tema con fatalismo e - peggio ancora - che tra i lettori ci sono persone che riescono addirittura a giustificare i femminicidi (purtroppo anche lo stesso giornale che offre come attenuante il fatto che la moglie rinfacciasse al femminicidia di non lavorare – questo e’ ético?). Credo sia importante offrire qualche informazione, per costruire un po di coscienza. Per chi si vuole scomodare a leggere, riporto i principali dati a continuazione: 1. Uno studio dell’ISTAT parla di 120 femminicidi nel 2016, con un calcolo rápido - quindi - in Italia in media muore vittima di feminicidio (del machismo) una donna ogni 2 giorni, si: un giorno si, un giorno no, un giorno si, un giorno no, e avanti piu o meno cosi…... C’e´ pure da dire che questi dati sono una subestima perche' considerano solo i casi avvenuti nell’ambito di un rapporto di coppia (matrimonio, fidanzamento o ex) e non prendeono in considerazione altri tipi di omicidi che potrebbero essere classificati come feminicidio. 2. Le lettrici e i lettori che qui dicono che si tratta di un problema importato dalle persone immigrate devono sapere che la loro tesi non e' corretta (sara' pregiudiziale, un po xenofoba?). Secondo l’ISTAT infatti: - nel 74.5% dei casi il carnefice é UN UOMO ITALIANO (e diciamo pure VIOLENTO E MACHISTA), - il restante 25.4% si distribuisce in differenti nazionalita’ di origine. - Nel 78% dei casi la vittima e’ una donna italiana (solo nel 22% dei casi e’ straniera). 3. Anche se ho lasciato questo punto per ultimo la considero una premessa: Niente (a parte la legittima difesa) giustifica un omicidio o femminicidio o qualsiasi altro atto di violenza. Bisogna riconocere che tutta la responsabilita ricade sulla persona che eserce l’atto violento o che uccide. Dare la colpa alla vittima e' un po' come ammazzarla di nuovo...
2017-11-11 11:11:45
sapientone ma devi dire anche che gli stranieri sono l'8% della popolazione e ti sembra poco il 25%? Ma vai a fare la morale ai comunisti va....
2017-11-12 00:19:29
Ah ah ah Santino. Volevo fare notare che si tratta di un problema di uomini violenti indipendentemente dalla nazionalita, tra cui ti ci metterei pure, visto che ti permetti di insultare perche ti ho toccato il culino xenofobo. peace and love...