Ciclista travolto e ucciso da un Suv mentre attraversa la strada di notte

PER APPROFONDIRE: ciclista, incidente, mortale, talmassons, udine
Ciclista travolto e ucciso da un Suv  mentre attraversa la strada di notte
TALMASSONS(UDINE) - Un 66enne di Lestizza è morto travolto da un Suv mentre attraversava in bicicletta la strada regionale 252 a Talmassons.  È successo ieri notte, poco prima delle 23.30, all'altezza dell'incrocio con via Cadorna. L'uomo - Avelino Pertoldi - stava tornando a casa. Aveva trascorso la serata a Talmassons e sulla bicicletta aveva caricato la borsa della spesa. Era solito attraversare la Napoleonica al termine di via Cadorna  per poi imboccare una strada sterrata che attraverso la campagna conduce fino a Lestizza. É stato investito da un Suv Mercedes condotto da un automobilista di Fauglis che stava procedendo in direzione Palmanova e  nonostante una brusca sterzata non è riuscito a evitare l'impatto. Il ciclista é stato urtato con la parte anteriore destra del veicolo e caricato sul parabrezza. È deceduto all'istante in seguito alle gravi lesioni riportate. L'investitore ha subito chiesto al Nue112 l'invio di un'ambulanza e l'intervento delle forze dell'ordine. Sul posto, per la ricostruzione della dinamica,  sono intervenuti i carabinieri della stazione di Mortegliano e del Norm di Latisana. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 18 Settembre 2019, 09:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ciclista travolto e ucciso da un Suv mentre attraversa la strada di notte
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2019-09-20 10:52:48
...il ciclista (compreso il sottoscritto) guida un mezzo... pertanto e' richiesto che rispetti tutte le regole...fanale anteriore,fanalino posteriore,giubbotto giallo....per farse vedere .....altrimenti....pax et vita perpetua....! amen...!
2019-09-19 06:24:16
Anche se in allestimento sportivo, per pochi euro persino in molti supermercati con reparto casalinghi e ferramenta si trova il punto biciclette-service.. Qui oltre a copertoni, camere d'aria, selle e copriselle di trovano ed altro ci sono ben esposti:caschi, giubbini fluoriflettenti, catadiottri da applicarealle rute e ai pedalie fanaletti posteriori a luce rossa lampeggiante,fascette da caviglia riflettenti , fanali anteriori a pile e pure fanali a dinamo.I vestiti scuri non aiutano, meglio abiti di colore chiaro.Pensavo fossero aggeggi superflui, poi ho sperimentato pedalata in gallerie non illuminate ...da paura.Pure subito cambiati freni"simbolici"con alluminio pieghevole e gommini poco frenanti...Alcune avvitate e svitate ed aggiustamentie sostituiti con modello resistente da gare corsa con discese da montagna.Tutti gli accorgimenti aiutano ma poi c'e' sempre la situazione sfortunata che li rende inutili...esempio una buca, un tombino sporgente o con attorno una fossetta che bocca la ruota.
2019-09-18 14:51:09
E perché questa notizia è anche in evidenza sotto la cronaca di Pordenone ?
2019-09-18 11:52:22
..... STO CicLisTa come ha FaTTo a NoN Vedere i FARi deLL'auTo in aVVicinamenTo.....
2019-09-18 11:40:51
Una volta c'era la legge che obbligava sia motociclisti che ciclisti di indossare un giubbotto rinfrangente( Dimenticata ) le biciclette fanali anteriori fanalini e pedali rinfrangenti sono tabú, + vestiti di scuro. Esperienza avuta senza conseguenze per fortuna sulla statale del brennero, e poi ci meravigliamo se ci scappa il morto