Politico fermato al confine con un migrante in auto: patteggiamento e 10mila euro di multa

PER APPROFONDIRE: matthias köchl, migranti, processo
Matthias Köchl
UDINE - L'ex portavoce dei Verdi della Carinzia, Matthias Köchl, di 42 anni, residente a Krumpendorf, ha patteggiato oggi davanti al gup del tribunale di Udine Daniele Faleschini Barnaba una pena di 8 mesi di reclusione e 10 mila euro di multa, con i doppi benefici della sospensione condizionale e non menzione, per favoreggiamento della immigrazione clandestina.

Era stato fermato al confine di Tarvisio con un migrante in auto privo di titoli validi per l'ingresso e il soggiorno in Italia. L'episodio risale all'11 febbraio scorso. Il politico e imprenditore austriaco era stato fermato per un controllo da una pattuglia dei Carabinieri della Compagnia di Tarvisio mentre entrava in Italia dal valico di Coccau alla guida di una Toyota Prius. In auto con lui viaggiava anche un cittadino iracheno di 27 anni, in possesso di un tesserino di richiedente asilo politico rilasciatogli nel 2018 dalle autorità austriache. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 4 Ottobre 2019, 17:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Politico fermato al confine con un migrante in auto: patteggiamento e 10mila euro di multa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-10-04 21:12:19
... ci dev'essere un errore.. o una vendetta contro patronaggio il patron del viaggio..
2019-10-04 20:30:54
Due scommesse vinte inun colpo solo!!!
2019-10-04 20:02:16
Appero'. Per UN gradito ospite. E i NOSTRI politici che fanno i traghettatori, che scorazzano in gommone stile scafisti quanto pagheranno ? Milioni ? Eggia'
2019-10-04 19:50:33
Se sapesse che Carola ne ha importati un centinaio di quelli buoni ed e' diventata eroina..farebbe subito ricorso!
2019-10-05 12:00:01
Ma questo si e' fermato all'ALT dei poliziotti, non ha superato il posto di blocco tentando di investirli. Inoltre aveva a bordo solo una persona. E non c'erano le telecamere a riprendere il fatto, ne' politici italiani a plaudirlo. Gli e' andata bene che non e' finito in galera...