Il marito muore in casa: lei lo veglia in terra per tre giorni

L'uomo è mancato a 84 anni per un malore, la moglie è stata portata in ospedale

Martedì 10 Maggio 2022
Il marito muore in casa: lei lo veglia in terra per tre giorni

LATISANA  - Ha vegliato il marito per tre giorni, senza essere in grado di chiamare i soccorsi. Sono stati i vicini di casa, ieri pomeriggio, a intuire il dramma. Nella villa di via dell'Anguilla 27, ad Aprilia Marittima, le tapparelle erano abbassate e Salvatore De Muru, 84 anni, originario Pozzomaggiore (Sassari), insolitamente da qualche giorno non si affacciava alla finestra per fumarsi la sua sigaretta. Erano le 13.45, quando è stato allertato il 112. La porta era chiusa a chiave, sono stati i Vigili del fuoco di Latisana ad aprirla. In camera da letto si sono trovati davanti a una scena straziante: una donna di 88 anni seduta sul pavimento, una gamba ingessata che le impediva di muoversi, la mente annebbiata dal grande dolore. Appena sotto il letto c'era il corpo senza vita del marito.
Secondo gli accertamenti medico legali, il decesso sarebbe riconducibile a cause naturali e va fatto risalire al fine settimana, probabilmente venerdì. In casa, come hanno accertato i carabinieri della stazione di Latisana, non c'era alcun segno che potesse far pensare a un'aggressione. L'ipotesi è che l'anziano sia stato colto da malore, sia caduto battendo la testa e finendo sotto il letto.
L'anziana è stata portata in ambulanza all'ospedale di Latisana, dove ha ricevuto tutta l'assistenza di cui aveva bisogno. Nelle ultime settimane era il marito a prendersi cura di lei, perché in seguito a una frattura a una gamba non riusciva a muoversi dal letto. Ad Aprilia, dove trascorrevano lunghi mesi, erano molto conosciuti. Lei toscana, lui sardo: una coppia unita che amava passare molto tempo anche in Florida, dove vivono il figlio e i nipoti. Avevano stretto una grande amicizia con i gestori del ristorante La Pignate, dove andavano spesso a mangiare e a conversare: sono stati proprio loro, ieri pomeriggio, a preoccuparsi per l'insolita assenza di Salvatore. Hanno suonato il campanello senza ricevere risposta e al quel punto hanno capito che non c'era tempo da perdere. Purtroppo per l'84enne, che era in ottima forma, non c'è stato nulla da fare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci