Biglietto milionario, caccia al fortunato: «Forse venduto a uno straniero»

Mercoledì 8 Gennaio 2020 di Camilla De Mori
Lo staff dell'area di servizio fortunata di Gonars Sud

GONARS - È caccia al fortunato (o fortunata, o fortunati, chissà) che si è aggiudicato il biglietto della Lotteria Italia, venduto nel punto vendita Ristop di Gonars sud, sull'autostrada A4 verso Trieste, che vale due milioni e mezzo di euro. A Gonars la ricerca è già cominciata, da quando, sugli schermi tv si è materializzato, a sopresa, il nome del piccolo paese della Bassa friulana (peraltro involontariamente storpiato) fra i centri beneficiati dalla buona stella.

Lotteria Italia 2020, i biglietti vincenti Tutte le categorie

Lotteria Italia, premiati tre biglietti dello stesso carnet: un caso su un miliardo di miliardi

«Sul video apparso in televisione il nome di Gonars era scritto sbagliato. Io dico: ben venga un po' di pubblicità, per noi. Adesso sapranno come si scrive Gonars», ci fa una battuta il sindaco della cittadina Ivan Boemo. Proprio lunedì, poche ore prima dell'annuncio in tv, «in paese abbiamo fatto la festa del pignarûl, con 500 persone. Assieme al vecchio venerando, vedendo la direzione del fumo, che saliva dritto, avevamo detto che il 2020 sarebbe stato un anno fortunato. E direi che la profezia si è avverata. Assieme al venerando, abbiamo portato fortuna». A Gonars «una vincita così importante non si era mai vista. L'altro Natale al Superenalotto hanno vinto 100mila euro, ma mai una somma del genere. Spero che il vincitore, visto che il premio l'ha vinto a Gonars, faccia beneficenza alle nostre associazioni, che sono il fiore all'occhiello del comune». Il primo cittadino conferma che la caccia al super-fortunato è già partita. «In paese (ma anche sul web ndr) si era diffusa la voce che potesse essere un padre di famiglia disoccupato proprio di Gonars, di 47 anni, ma allo stato non ha trovato conferma», dice Boemo. 
LA DIRETTRICE Inutile dire che il punto vendita Ristop di Gonars sud, in autostrada, ieri è stato travolto da un'inedita popolarità, con un susseguirsi di telecamere, giornalisti e curiosi. Una «baraonda» che ha sbalestrato la referente, Sabrina, sempre e comunque cortesissima. «Non ho nessuna idea di chi possa essere il vincitore o la vincitrice. Il padre di famiglia? Figurarsi, fantasie. Sappiamo solo che il biglietto è stato venduto nel periodo natalizio, negli ultimi giorni a ridosso delle feste. Ma non abbiamo idea di chi possa essere il fortunato. Potrebbe anche trattarsi di un turista straniero, o di un camionista, o di qualcuno arrivato dal Meridione o da Roma. Il nostro Ristop ha clienti che arrivano da tutta Italia. Qui si fermano anche tante corriere, da tutto il Paese. È una zona di forte passaggio». Ovviamente, la notizia dei due milioni e mezzo vinti proprio a Gonars sud ha scatenato un comprensibile entusiasmo anche nello staff del punto vendita, che dà lavoro a 22 dipendenti fissi più tre o quattro collaboratori occasionali. Foto di rito e tanti sorrisi. «Siamo tutti contenti - ha confermato la responsabile del punto vendita - per quello che è successo». Un caffè, se dovesse passare di lì il vincitore, di certo non mancherebbe, «ma di solito - non si fa illusioni la direttrice - non tornano mai». Anche il gruppo Lagardere Travel Retail Italia (presente in Italia in 16 aeroporti, fra cui quello veneziano, e 13 stazioni), la grande famiglia di cui fa parte il format Ristop, con sede a Marcon, non nasconde la soddisfazione per l'inaspettato maxi-premio arrivato in uno degli otto poli Ristop presenti sulla rete autostradale italiana: «Siamo felicissimi che il biglietto vincente sia stato acquistato in un nostro punto vendita».
 

Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio, 10:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA