Tragedia in azienda, muore 18enne: era all'ultimo giorno di stage scolastico
E' morto schiacciato, i genitori sul posto

Era diventato maggiorenne a novembre, frequentava l'istituto Bearzi

Venerdì 21 Gennaio 2022
Lorenzo Parelli morto durante uno stage in azienda
5

PAVIA DI UDINE - Tragedia sul lavoro oggi pomeriggio, 21 gennaio 2022. Un ragazzo di 18 anni (compiuti a fine novembre), Lorenzo Parelli, è morto in un incidente sul lavoro a Lauzacco, frazione di Pavia di Udine, presso l'azienda meccanica Burimec nella zona industriale.

Il ragazzo era all'ultimo giorno di stage del progetto scuola-lavoro: durante dei lavori di carpenteria metallica una putrella gli è caduta addosso, uccidendolo. Pur prontamente soccorso dal personale del 118, coadiuvato dai vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Palmanova, il ragazzo non ce l'ha fatta. Sul posto della tragedia sono subito accorsi i genitori. A loro si sono immediatamente stretti i titolari dell'azienda e i "colleghi" di lavoro: il clima all'esterno del capannone, dove la produzione è stata immediatamente fermata, era di disperazione e incredulità. Amici e compagni di classe si sono dati appuntamento fuori da scuola e per le vie del paese natale per cercare di darsi conforto. 

Lorenzo morto a 18 anni travolto da una putrella. Choc all'istituto salesiano, don Lorenzo: «Dolore immenso»

Il giovane era residente a Castions di Strada,  un quarto d'ora di distanza di auto dalla fabbrica, e lo stage faceva parte del suo percorso di studi all'Istituto superiore Bearzi di Udine, gestito dai salesiani, dove frequentava il centro di formazione professionale. La sede principale dell'azienda, che opera nel settore della carpenteria metallica, si trova a Buttrio, mentre lo stabilimento di Lauzacco, dove è avvenuto il dramma, si occupa esclusivamente di laminazione.

Indagini in corso da parte dei carabinieri di Palmanova e degli ispettori dell'Azienda sanitaria: sul luogo della tragedia è arrivato il sostituto procuratore di turno di Udine.  

Il cordoglio di Fedriga e Rosolen

«Come Amministrazione regionale ci stringiamo attorno ai genitori, ai parenti e agli amici del giovane deceduto sul lavoro oggi a Lauzacco mentre stava terminando il periodo di tirocinio». Lo hanno detto il governatore Massimiliano Fedriga e l'assessore regionale al Lavoro Alessia Rosolen, appresa la notizia della morte, a Lauzacco nel comune di Pavia di Udine questo pomeriggio, del diciottenne Lorenzo Parelli, impegnato in un progetto scuola-lavoro. «È incomprensibile - hanno dichiarato Fedriga e Rosolen - come ancora oggi si possano verificare episodi di questa gravità. In questo momento però - hanno aggiunto - l'incommensurabile dolore sofferto dalla famiglia impone a tutti un rispettoso silenzio, in attesa che le autorità competenti ricostruiscano l'esatta dinamica di quanto accaduto».

La Cgil Fvg: «Inaccettabile»

«L'età del ragazzo, e il fatto che si trattasse di uno studente, rende ancora più difficile e doloroso commentare questa ennesima morte sul lavoro, che arriva tra l'altro solo ventiquattr'ore dopo un altro grave incidente, sempre in provincia di Udine e sempre a danno di un giovane». Villiam Pezzetta, segretario generale Cgil Fvg, reagisce così alla notizia dell'infortunio alla Burimec di Lauzacco. «E' difficile, impossibile trovare le parole . aggiunge - speriamo solo che davanti alla morte in fabbrica di uno studente diciottenne, tutti, nessuno escluso, imprese, organizzazioni di categoria, sindacato, enti di vigilanza, istituzioni, si facciano un esame di coscienza e riflettano, ogni giorno, se stanno facendo davvero tutto il possibile per evitare che questa strage continui e per garantire la sicurezza e l'incolumità di chi lavora».

Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 13:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci