Influenza, virus aggressivo e con complicanze: grave un 50enne a Udine

PER APPROFONDIRE: aggressivo, influenza, virus
Influenza, virus aggressivo e con complicanze: grave un 50enne a Udine (Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay)
UDINE - Più aggressiva degli scorsi anni e con minaccia di complicanze anche per persone sane, l'influenza è arrivata in anticipo in Italia con il primo caso grave all'Ospedale di Udine. Dove a settembre, un uomo di 50 anni, senza altre patologie, è stato colpito da una forma grave e a causa delle conseguenze batteriche è stato intubato e ha dovuto affrontare una degenza di oltre 20 giorni. La Società italiana di terapia antinfettiva (Sita) ha reso noto il caso e ribadisce l'importanza della vaccinazione antinfluenzale universale.

A richiamare l'attenzione degli infettivologi, insieme alla precocità, anche le caratteristiche del paziente: una persona di 50 anni perfettamente sana e senza alcun tipo di comorbidità, che non rientra quindi tra le categorie ritenute a rischio. «Se questi sono i segnali, con una prima diagnosi già alla fine di settembre, e se si ripeterà lo scenario registrato in Australia e altre parti del mondo, andremo incontro a una stagione influenzale particolarmente aggressiva, con circolazione di virus influenzali molto diversi: H3N2, come nel caso in questione, H1N1,virus B», dice Matteo Bassetti, professore ordinario di Malattie infettive presso l'Ospedale San Martino di Genova e Presidente della Società italiana di terapia antinfettiva.

E aggiunge: «Questo caso suggerisce che la forma influenzale di quest'anno, anche se non dovesse avere numeri straordinari come quelli dell'inverno2017-18, può colpire anche le persone sane e rafforza il messaggio che la vaccinazione antinfluenzale deve essere universale perché non esiste categoria di soggetti risparmiata dalle potenziali complicanze dell'influenza».

La Società scientifica, come ha ribadito nel corso del congresso nazionale che si è svolto a Napoli, sottolinea quindi l'importanza di coinvolgere nella campagna vaccinale tutta la popolazione: non solo le categorie a rischio - persone over 65, bambini sotto i due anni, persone immunodepresse - ma anche le persone che non rientrano in questi gruppi. Mediamente, meno di un italiano su 4 si protegge con la copertura vaccinale antinfluenzale. «La vaccinazione antinfluenzale - sottolineano gli esperti - offerta gratuitamente alle categorie a rischio, con un costo di soli 15 euro per tutti gli altri cittadini, oltre a proteggere dalle complicanze dell'influenza, comporta un risparmio per il Servizio sanitario in termini di ricoveri e riduce il ricorso ad antibiotici».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 21 Ottobre 2019, 13:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Influenza, virus aggressivo e con complicanze: grave un 50enne a Udine
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-10-22 08:23:55
Inizia la campagna pubblicitaria per le case farmaceutiche. Un caso con complicazioni e già parte il terrore.....
2019-10-22 20:01:02
Sottoscrivo Padaniello, riversando pure i miei like a Suo favore (non sono molti) lasciando invece quelli negativi a tutte le anime candide che si farebbero iniettare di tutto e di più perché fiduciosi senza se, senza ma (e senza forse) in certa scienza farmacologica dogmatica, baronale e cattedratica; che dopo deve però ammettere: Ranitidina, l'Aifa ritira un nuovo lotto dello Zantac per impurità cancerogena.. . Fiducia dunque e certezza assoluta (parola d'ordine)!
2019-10-22 05:53:52
articolo costruito solo per incentivare la vaccinazione che mettano il vaccino a disposizione di tutti, magari nelle farmacie, gratuitamente e non si discuta più e per fare in modo che uno non si vaccini due volte un database a cui si accede col codice fiscale caricato in tempo reale da chi fa l'iniezione
2019-10-21 21:10:40
Quindi è intervenuta una polmonite batterica dopo l'infezione da virus influenzale: non si tratta di una polmonite virale. Forse il paziente è un forte fumatore?
2019-10-21 19:48:14
Ricordo che l'anno scorso nel periodo di Natale tutti i miei familiari erano a letto con febbre molto alta. Fra di loro c'era anche chi si era vaccinato. Io mi vaccinerei anche ma se poi mi ammalo a causa di un altro virus che facciamo?