Morto dopo 3 giorni d'agonia il 23enne finito col furgone sul guardrail a pochi passi da casa

Martedì 13 Ottobre 2020 di R.U.
1

Non ce l'ha fatta Cristian D’Agostini, il giovane friulano di 23 anni, rimasto gravemente ferito in un incidente stradale successo verso le cinque di sabato mattina.  E' morto la notte scorsa il giovane, che risiedeva a Tarcento, ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Udine in prognosi riservata e per decisione della famiglia è stata decisa la donazione degli organi.

Sulla dinamica dell’incidente, che non ha coinvolto altri mezzi, sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri della stazione di Pradielis. Il ragazzo - che lavorava come elettricista alla Coseano Impianti a Pasian di Prato, stava tornando a casa dopo aver trascorso una serata protrattasi a lungo con gli amici, alla guida di Renault Kangoo; percorreva la strada regionale 646 di Uccea, quando tra Ciseriis e Tarcento, a poche centinaia di metri da casa, aveva improvvisamente perso il controllo del mezzo. Era andato a sbattere contro la cuspide del guard-rail. Un urto violento, che aveva distrutto la parte anteriore del mezzo, dal lato del conducente. Le sue condizioni erano apparse subito gravi ed era stato trasportato in codice rosso all’ospedale Santa Maria della Misericordia e accolto in Terapia intensiva. Sul luogo dell’incidente, oltre a carabinieri della stazione di Pradielis e al personale del 118, sono intervenuti anche i Vigili del fuoco del distaccamento di Gemona. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA