Lunedì 18 Novembre 2019, 08:54

Lo strazio del papà: «Era la mia gioia, ma non fate come lui»

PER APPROFONDIRE: auto, daniele, incidente, marco burelli
Sedicenne morto nello schianto, lo strazio del papà: «Era la mia gioia ma non fate come lui»

di Susanna Salvador

FAGAGNA (UDINE) Raccontare un figlio che non c'è più, che se ne è andato per sempre in una piovosa notte di novembre, è difficile quanto cercare un perché al dolore. Marco Burelli ha detto addio sabato notte a suo figlio Daniele, 16 anni: l'ha visto tra le lamiere dell'auto, ha gridato «ma mi hanno detto che non c'era più niente da fare», racconta con la voce che s'incrina, lasciando spazio a un singhiozzo.  «A scuola era bravissimo,  mi ha chiamato il preside del Bearzi ed era commosso. Poi tutti i suoi compagni, gli amici perché era sempre allegro e benvoluto».
 
 


Accanto a papà Marco c'è nonna Ninfa, 93 anni, che il nipote lo ha cresciuto, insegnandoli anche le preghiere. Daniele serviva a messa, portava la croce durante la processione e, da curioso del mondo qual era, si appassionava a tutto quello che faceva il papà, anche per la piccola pro loco di Battaglia. Sabato padre e figlio hanno trascorso il pomeriggio assieme, ancora una volta senza sapere che sarebbe stata l'ultima. «Io e lui stavamo costruendo il grande presepea e Daniele, quando ha finito di spostare le cose più pesanti, mi ha salutato ed è
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lo strazio del papà: «Era la mia gioia, ma non fate come lui»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 46 commenti presenti
2019-11-19 09:13:49
Spesso si sente di ragazzini "troppo vivaci" che fanno questa fine. Genitori, educate i vostri figli, con qualsiasi mezzo!
2019-11-18 18:38:16
Scusate sono nuovo qui, qualcuno mi da delucidazioni? E' da ieri che seguo questa notizia ma ho notato che alcuni commenti che ieri c'erano oggi non li leggo più. Per caso li cancellano a scoppio ritardato oppure per alcuni moderatori vanno bene e quindi li pubblicano ma per altri no e quindi li cancellano quando tocca a loro moderare il sito? Ho l'impressione che sia valida quest'ultima supposizione. Dunque si possono fare solo commenti polticamente corretti che si adattino alla circostanza che quando uno muore bisogna solo e comunque parlarne bene e non si può criticamente commentare il fatto di cui è stato protagonista? Grazie a chi mi vorrà ripsondere
2019-11-18 19:46:32
Se noti sotto ad ogni commento c'è scritto rispondi oppure segnala, c'è un commento non ti sembra conforme alla netiquette lo puoi segnalare alla redazione che provvede a verificare la segnalazione ed eventualmente a cancellarlo
2019-11-18 17:30:51
resta il dramma di una famiglia e una domanda a me...otto ragazzini tutti sui 16 anni all'una e mezza di notte in mezzo ad una bufera di pioggia...e nessun genitore che si domanda dov'è il proprio pargolo?..
2019-11-18 16:46:12
Ma a che livello di disumanità è arrivata l'italia? Spero sparisca presto sostituita da altri esseri umani. Sono vicino al dolore immenso di un padre che ha perso il figlio.