Imprenditrice rapinata da due uomini sulla porta di casa

Domenica 10 Ottobre 2021
Imprenditrice rapinata da due uomini sulla porta di casa

PASIAN DI PRATO - Avevano il volto coperto da una mascherina e il cappello sulla fronte. Hanno avvicinato la donna mentre stava rientrando in casa, poi le hanno strappato la borsetta e sono fuggiti.
Erano due i banditi ai quali ora stanno dando la caccia i carabinieri della Compagnia di Udine. L'episodio è accaduto nella tarda serata di venerdì a Pasian di Prato. Vittima una imprenditrice residente in paese. Secondo quanto la stessa ha raccontato ai militari, attorno alle 22.30, mentre stava rincasando, i due l'hanno avvicinata sul varco del cancello del giardino dell'abitazione. Non hanno detto nulla. Dopo averle strappato la borsetta, che conteneva diversi valori ed effetti personali, sono fuggiti. La donna, che fortunatamente non è rimasta ferita, ha chiesto aiuto, gridando sulla strada; diverse persone sono accorse in suo aiuto e sul posto sono intervenuti i carabinieri che ora stanno portando avanti le indagini, anche con il supporto delle riprese delle telecamere di videosorveglianza.


LADRI DI RAME

Sempre nella notte tra venerdì e sabato sono tornati in azione i ladri di rame. Ad essere presa di mira, una azienda che tratta materiali metallici, a Pavia di Udine. I malviventi sono riusciti a introdursi all'interno del cortile del capannone, dopo aver tagliato una rete di protezione, e sono andati a mano sicura in direzione di un deposito di rame. Hanno rubato circa 30 quintali di oro rosso', asportando materiali di diversa forma che contengono il materiale da rivendere poi sul mercato nero. Poi se ne sono andati, senza lasciare tracce. Ad accorgersi del furto sono stati i responsabili, all'arrivo in azienda. Il danno è ingente, ancora in corso di quantificazione, ma secondo le prime stime si aggirerebbe attorno ai 22mila euro.


SPACCIO AL PARCO

Gli agenti delle Volanti della Questura di Udine venerdì hanno denunciato in stato di libertà uno straniero per detenzione illecita di droga. Durante un servizio di controllo del territorio, finalizzato a reprimere il fenomeno dello spaccio di stupefacente nella zona del parco Moretti, verso le 12 un agente ha notato il giovane alzarsi da una panchina e nascondere qualcosa in una fessura di un albero per poi, accortosi della presenza del poliziotto, scappare. L'agente ha recuperato quanto occultato, un bilancino di precisione e uno smartphone, e solo in un secondo momento l'equipaggio di un'altra Volante ha riconosciuto e fermato il fuggitivo. Si tratta di un afghano 18enne domiciliato in città, trovato in possesso di un grammo circa di hashish, sostanza che lo stesso ha riferito di aver comprato per poi rivenderla, e una banconota da 20 euro, probabile provento di precedenti cessioni.


INCIDENTI

Tre i gravi incidenti accaduti ieri in Friuli. A Godia un motociclista di 32 anni residente a Faedis, alla guida di una Suzuki 1000 ha perso il controllo del mezzo ed è caduto a terra riportando gravi ferite. È stato intubato e trasportato in ospedale a Udine. Sul posto 118, vigili del fuoco e polizia locale. A Chiaicis di Verzegnis scontro tra una motocicletta e una bicicletta, lungo la ex provinciale 1. Le cause dello scontro sono ancora da accertare. Il ciclista è stato elitrasportato all'ospedale di Udine. Le sue condizioni sono serie, ma non è in pericolo di vita. Il motociclista è stato trasportato in ambulanza all'ospedale di Tolmezzo. A Carpeneto di Pozzuolo, infine, in mattinata una Fiat Seicento è uscita autonomamente di strada in via Antonini. Il conducente 21enne ha perso il controllo andando a sbattere contro un palo in legno della linea telefonica sul bordo destro della carreggiata, per poi finire rovesciato sul fianco destro. L'incidente, rilevato dalla polizia locale, ha provocato solo danni al mezzo. Illeso il conducente.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA