Il Gruppo Danieli sigla un accordo
da 5,7 miliardi per macchine in Iran

Lunedì 25 Gennaio 2016 di Paola Treppo
Impianti Danieli

BUTTRIO (Udine) - In occasione della visita in Italia del presidente Hassan Rohuani, la prima del leader iraniano in Europa dopo la fine delle sanzioni a Teheran, il Gruppo Danieli di Buttrio ha firmato accordi per un valore di circa 5,7 miliardi di euro. Gli accordi, siglati a Roma dal presidente della Danieli, Gianpietro Benedetti, sono relativi a una joint-venture e a ordini per la fornitura di macchine e impianti che verranno installati nel territorio iraniano. La joint-venture, denominata Persian Metallics ed il cui valore è stimato in 2 miliardi di euro, coinvolgerà un gruppo di investitori internazionali, oltre che iraniani.
 
Persian Metallic utilizzerà minerale di ferro ed energia per produrre circa 6 milioni di
tonnellate/anno di pellets
che andranno ad alimentare impianti di riduzione diretta, il cui prodotto è un eccellente “raw material” per ottenere acciaio tramite fusione con forno elettrico ad arco (il modo più ecologico e spesso più competitivo per produrre acciaio oggi). Altri accordi relativi a forniture di macchine ed impianti per produrre acciaio e alluminio, verranno stipulati con diverse aziende iraniane per un valore di circa 3,7 miliardi di Euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA