Vicario torna al "Friuli" da ex e titolare, dopo la crescita all'ombra di Scuffet e Meret

Martedì 20 Aprile 2021 di Stefano Giovampietro
guglielmo_vicario

L'Udinese ha avuto poco tempo per festeggiare la vittoria di Crotone: il calendario ha posto immediatamente davanti ai bianconeri l'appuntamento casalingo con il Cagliari, domani sera, 21 aprile, che dal punto di vista meramente aritmetico potrebbe essere utile per avvicinarsi sempre più alla salvezza. I sardi sono terzultimi e un successo dei friulani imporrebbe loro una distanza abissale, praticamente incolmabile.

La squadra di Semplici arriverà galvanizzata dalla clamorosa rimonta ai danni del Parma (4-3). Il tecnico ex Spal sarà ancora senza portiere titolare (Cragno è stato fermato dal Covid, come era successo recentemente al torinista Sirigu) e di Rog, Sottil, Tramoni e Ceppitelli. Tra i pali sarà un'occasione molto speciale per l'udinese Guglielmo Vicario, perfetto ma sconfitto all'esordio in casa dell'Inter, perforato ben 3 volte, ma vincente in casa contro il Parma e ora prontissimo a sfidare il suo passato, di quando cresceva nel settore giovanile bianconero all'ombra dei grandissimi talenti di Scuffet e Meret. Per il resto le scelte sono abbondanti e Semplici potrà anche applicare un moderato turnover. Anche se, vista l'importanza della gara, saranno probabilmente pochi i cambi rispetto alla squadra che ha vinto sabato. Attenzione a Gaston Pereiro e Cerri, che reclamano spazio dopo i gol trovati dalla panchina.
Il prossimo percorso dei bianconeri porterà la squadra a fronteggiare in rapida successione Cagliari e Benevento, invischiate nella lotta per non retrocedere, prima di ospitare la Juventus a inizio maggio. Una Juve ora "orfana" di Chiesa, che però dovrebbe rientrare proprio nella sfida alla Dacia Arena.


L'ARBITRO

Un altro obiettivo per la formazione di Luca Gotti è quello di sfatare il tabù del turno infrasettimanale, che quest'anno non ha regalato alcuna gioia. Nei sei incontri disputati finora di martedì o di mercoledì, l'Udinese non ha mai trovato la vittoria. Sono stati ben 4 i pareggi: 0-0 contro il Crotone, 1-1 con Atalanta e Milan, 2-2 contro il Bologna il giorno dell'Epifania. Due invece le sconfitte, entrambe in casa e per 0-2: contro lo Spezia il 30 settembre e il Benevento il 23 dicembre, alla vigilia della sosta natalizia. L'arbitro della partita di domani alle 20.45 sarà Marco Guida della sezione di Torre Annunziata, assistito da Meli e Pagnotta. Quarto uomo Abbattista. Al Var Maresca, coadiuvato dal pordenonese Tolfo. Sarà la quindicesima volta per l'Udinese con Guida in campo. L'ultimo precedente risale al 2 luglio, quando i friulani sconfissero la Roma all'Olimpico. Bilancio in parità con il Cagliari per il fischietto campano: 12 partite equamente divise nei 3 risultati possibili.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA