Grado colpita al cuore. Scuole chiuse. Prevista nuova ondata di maltempo. Borrelli: «​In Fvg stesso trattamento di Venezia»

PER APPROFONDIRE: grado, maltempo, meteo, previsioni
Grado colpita al cuore. Scuole chiuse
Borrelli: Fvg, stessi diritti del Veneto
GRADO (GORIZIA) - Si va lentamente verso un ritorno alla normalità nella zona di Grado, fortemente colpita dalle mareggiate di martedì notte e di ieri mattina. I Vigili del fuoco del Comando provinciale di Gorizia hanno effettuato una ventina di interventi nelle ultime ore per risucchiare l'acqua riversatasi nei garage, negli scantinati e nei vani degli ascensori.

Stamani si sta procedendo alla chiusura dell'elenco delle chiamate di emergenza: all'appello mancano soltanto un paio di situazioni, quelle meno urgenti. Per precauzione, anche per le previsioni meteo che segnalano un nuovo peggioramento, le scuole di ogni ordine e grado rimangono chiuse oggi 14 novembre e anche domani 15 novembre, così da permettere un rientro in classe senza problemi logistici a partire da lunedì.

Mobilitati anche i volontari della squadra comunale di Protezione civile che hanno supportato la popolazione nella bonifica delle zone allagate. Il sindaco di Grado Dario Raugna ha diffuso un numero verde (803 500) invitando gli utenti in difficoltà con la linea elettrica a telefonare in caso di guasti.

LEGGI ANCHE 
Mareggiata a Jesolo, sparita la spiaggia e gravi danni agli alberghi
Maltempo nel Trevigiano. Volano insegne e cartelli interi paesi al buio per ore


BORRELLI, CITTADINI FVG STESSO TRATTAMENTO VENEZIA
«Assicureremo a tutti i cittadini gli stessi diritti e gli stessi trattamenti di Venezia. Dobbiamo trattare tutti allo stesso modo, per questo posso assicurare che i cittadini del Friuli Venezia Giulia avranno lo stesso trattamento dei cittadini di Venezia, così come anche tutti i cittadini colpiti nelle altre regioni dal maltempo». Lo ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, da poco giunto a Trieste in seguito all'ondata di maltempo che ha colpito la regione, provocando danni a privati e attività commerciali lungo la fascia costiera da Trieste a Lignano. «Vi posso assicurare - ha aggiunto Borrelli - che da parte del Governo, anzi dei tre Governi con cui ho lavorato, non ho mai avuto indicazioni di privilegiare un territorio anziché un altro». «Una stima dei danni è difficile per ora, servirà tempo», ha concluso. Giunto da Venezia, Borrelli si sposterà a Grado con i vertici della Regione per constatare gli effetti provocati dalla mareggiata.(ANSA). MSR 14-NOV-19 13:02 NNNN CRO S41 QBXV MALTEMPO: BORRELLI, CITTADINI FVG STESSO TRATTAMENTO VENEZIA Capo Protezione civile oggi a Grado per valutazione danni (ANSA) - TRIESTE, 14 NOV - «Assicureremo a tutti i cittadini gli stessi diritti e gli stessi trattamenti di Venezia. Dobbiamo trattare tutti allo stesso modo, per questo posso assicurare che i cittadini del Friuli Venezia Giulia avranno lo stesso trattamento dei cittadini di Venezia, così come anche tutti i cittadini colpiti nelle altre regioni dal maltempo». Lo ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, da poco giunto a Trieste in seguito all'ondata di maltempo che ha colpito la regione, provocando danni a privati e attività commerciali lungo la fascia costiera da Trieste a Lignano. «Vi posso assicurare - ha aggiunto Borrelli - che da parte del Governo, anzi dei tre Governi con cui ho lavorato, non ho mai avuto indicazioni di privilegiare un territorio anziché un altro». «Una stima dei danni è difficile per ora, servirà tempo», ha concluso. Giunto da Venezia, Borrelli si sposterà a Grado con i vertici della Regione per constatare gli effetti provocati dalla mareggiata.(ANSA).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Novembre 2019, 11:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Grado colpita al cuore. Scuole chiuse. Prevista nuova ondata di maltempo. Borrelli: «​In Fvg stesso trattamento di Venezia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2019-11-14 18:12:15
I furlani ghe brusa che a Venessia riva do paanche de piu'de ori.
2019-11-14 15:25:23
il fantasioso "RETORICO"che, senza voce in capitolo, vuole eliminare le Regioni
2019-11-14 14:42:16
se una regione ha una certa autonomia, autonomamente si arrangia. Evitiamo che qualcuno cominci con le maniere forti.
2019-11-14 17:32:48
Lei ha ragione, pensi che si chiede un referndum per dividere Mestre da Venezia, perchè sono i Mestrini che pagano e mantengono i Veneziani, cioè solo questione di "schei", adesso convinca lei Trevigiani,Veronesi, Bellunesi,Padovani e Rodigini, a tirare fuori "i schei" per salvare i commercianti , magari extracomunitari, che vendono maschere fatte in Cina, o gestiscono bar e ristoranti, e anche se ciò avvenisse , sperando sempre che non siano come i tanti Galan.
2019-11-14 13:37:29
Ma quali "diritti" ... Solo doveri...per mantenere quattro ignoranti succhiasangue ...