«Solo fascisti e spie», scritte e insulti nel Parco Martiri delle Foibe

Lunedì 4 Marzo 2019
La deposizione della corona alla Foiba di Basovizza nel Giorno del Ricordo
10

UDINE - Non c'è pace per i martiri della pulizia etnica di Tito contro gli italiani d'Istria e Dalmazia. Una scritta realizzata con vernice scura, «né vittime né martiri solo fascisti e spie», è comparsa su un muro che affaccia sul Parco Martiri delle Foibe di Udine. Nell'area verde è stato anche sradicato il palo che riporta il nome del parco. Nei giorni scorsi, sempre nello stesso parco, erano state gettate a terra le corone posizionate in occasione delle celebrazioni del Giorno del Ricordo ed erano state sradicate le piante ornamentali attorno al ceppo commemorativo. Sul posto, per un sopralluogo, è intervenuta, oggi 4 marzo, la Digos della Polizia, dopo aver ricevuto una segnalazione sull'accaduto. Accertamenti sono in corso per individuare i responsabili; le ipotesi al vaglio sono quelle di danneggiamento e deturpamento.
 

Ultimo aggiornamento: 19:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA