Strana manovra in auto, lo fermano: aveva 5 chili di droga nel bagagliaio

PER APPROFONDIRE: auto, droga, tarvisio
Strana manovra in auto, lo fermano: aveva 5 chili di droga nel bagagliaio
Un cittadino albanese di 28 anni, irregolare in Italia, è stato arrestato ieri dai Carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Tarvisio (Udine) dopo essere stato sorpreso quasi al confine con l'Austria con oltre 5 chili di marijuana nel bagagliaio. L'uomo è stato fermato poco dopo le 13 per un controllo al volante di una Opel Corsa con targa italiana, dai militari dell'Arma impegnati nelle verifiche sul traffico veicolare in uscita dall'Italia. L'auto ha attirato l'attenzione con una manovra all'uscita del casello autostradale. Il nervosismo del conducente ha insospettito i Carabinieri che hanno approfondito il controllo e scoperto nel bagagliaio un trolley con all'interno 4 sacchetti termosaldati da circa un chilo l'uno di marijuana; un quinto sacchetto era nascosto all'interno di una busta della spesa. La droga, per un totale complessivo di circa 5,275 chili, è stata posta sotto sequestro insieme all'auto, intestata a un connazionale, e al cellulare dell'uomo. Il conducente è stato portato in carcere a Udine con l'accusa di traffico e detenzione di sostanza stupefacente. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 16 Novembre 2018, 10:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Strana manovra in auto, lo fermano: aveva 5 chili di droga nel bagagliaio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-11-17 21:58:37
Sono anni che vanno su e giù a loro piacimento, Shenghen è stato il migliore regalo che gli si poteva fare, come si vede, se c'è la volontà politica si possono anche fermare, 1 su 100, ma si può cominciare a fermare questo traffico. Un po' alla volta dovranno andare a lavorare anche i mafiosi, troppo facile uccidere i nostri figli per arricchirsi. Dobbiamo reagire, non arrendersi perché il nemico è potente.
2018-11-16 17:51:09
I giornali insistono a farci credere che i corrieri internazionali della droga, fior di professionisti, si mettano a tremare davanti ad un controllo dei carabinieri e pertanto vengano fermati in quanti si dimostrano tremolanti. Mai sentito parlare di soffiate e andare a colpo sicuro? Non succede mica solo nei film.