Giovedì 15 Novembre 2018, 00:00

Dieci chili di droga nell'auto: arrestati due marocchini, lei è di Pordenone

PER APPROFONDIRE: arresti, droga, pordenone, udine
Dieci chili di droga nell'auto: arrestati due marocchini, lei è di Pordenone

di Elena Viotto

UDINE - Viaggiavano con un carico di circa 10 chili di hashish nascosti nel vano motore dell'auto. Per questo motivo due persone, una donna marocchina di 35 anni, residente a Pordenone, e un conoscente, un suo connazionale, 31 anni residente a Udine, sono stati arrestati martedì sera 13 novembre dai carabinieri della Compagnia di Udine con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I due sono incappati in un normale controllo stradale effettuato dai carabinieri  in via Riccardo di Giusto, nella zona est della città. Erano circa le 19. I militari dell'Arma hanno fermato, tra le tante auto, anche una Ford Kuga. Alla guida c'era la donna, accompagnata dal connazionale, già noto alle forze dell'ordine. In auto, seduta sul sedile posteriore, c'era anche la figlia minore della donna, una bambina di circa 6 anni. L'insolito nervosismo mostrato dagli occupanti al controllo, ha insospettito i militari che hanno deciso di approfondire gli accertamenti.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dieci chili di droga nell'auto: arrestati due marocchini, lei è di Pordenone
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2018-11-17 01:24:40
Bè certo. È una cosa più che normale. Una marocchina di Pordenone.
2018-11-17 01:23:19
Era il 1969 o '70. Io e il mio amico fraterno eravamo seduti con una splendida ragazzina americana, figlia di un militare della base di Aviano, a gustare una delle opere d'arte con in cima panna e ciliegia candita con sciroppo, che delizavano i pordenonesi nella gelateria della regina in piazzetta San Marco dietro il municipio. La barbie, con circospezione, e guardandosi attorno, ci parlava della marijuana. Io e il mio amico ci siamo scambiati uno sguardo: "Era probita e prima o poi faceva danni. No grazie". Una tacita intesa: non ci interessava provare quel tipo di estasi. Tutt'altro. Bene...e se fosse stata legale?? Forse adesso non sarei qui a scrivere.. La lotta lla droga ha fallito, ma legalizzarla sono convinto sarebbe un suicidio.
2018-11-16 05:50:01
acc..e ora come pagheranno i contributi per le pensioni...
2018-11-15 17:02:37
Valore della sostanza probita se venduta al dettaglio? 50-60.000 euro. Valore della sostanza "legalizzata" se venduta sotto il controllo dello Stato? 10-15.000 euro. E' il proibizionismo che alza il valore commerciale della sostanza e ne induce la vendita illegale. Chi ci guadagna è notoriamente contrario alla legalizzazione della medesima. E chi ha promosso (e promuove) leggi proibizioniste e repressive non è detto che sotto sotto volesse proprio favorire il "business" (fuori controllo)...
2018-11-16 09:03:32
gia' come le sigarette oppure l'alcol che per adulti sono "legalizzate" ma il bar non puo' venderli (pena ritiro licenza, chiusura per mesi e multe) ai minori e ci sono [in altro articolo] un centinaio di clienti minorenni a Pordenone! pero' ai "pusher" non fanno chiudere l'attivita', non pagano multe (risultano nullatenenti) e anche in galera ci stanno poco.