Effetto Coronavirus, il Far East Film Festival di Udine slitta all'estate

Giovedì 27 Febbraio 2020 di Loma
Il Teatro Giovanni da Udine che ospita il Far East Film Festival

L’emergenza sanitaria per il Coronavirus riesce a fare ciò che nemmeno la Sars, nel 2003, era riuscita a fare,
Gli organizzatori del Far East Film Festival di Udine, Sabrina Baracetti e Thomas Bertacche, hanno appena annunciato la decisione di rinviare il festival cinematografico dalla primavera all'inizio di estate.

Il timore manifestato da una parte dell'opinione pubblica, e non solo, per la presenza di decine e decine di ospiti dall'estero, in particolare dai paesi dell'Estremo Oriente ai quali il festival è dedicato, ha spinto a una scelta di responsabilità e di far slittare l'edizione numero ventidue del Far East Film Festival dalle date inizialmente previste (24 aprile-2 maggio) all’inizio dell’estate, per l’esattezza, dal 26 giugno al 4 luglio, sempre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Una scelta dolorosa, che rischia di comportare un calo di presenze alla rassegna che offre in anteprima europea molti film delle cinematografie di Cina, Hong Kong, Corea del Sud, Giappone, Singapore, Vietnam, Filippine e altri paesi ancora. Ma l'auspicio è di poter ospitare a Udine gli ospiti che, al momento, in primavera per i timori legati al Coronavirus avrebbero potuto presenziare solo in collegamento via web.L'alternativa sarebbe stata annullare l'edizione 2020 del Far East Film Festival, scelta che avrebbe vanificato i mesi e mesi dedicati al lavoro di allestimento della rassegna, considerata tra le più importanti a livello europeo. 

«La salute pubblica è il bene più prezioso – commentano Sabrina Baracetti e Thomas Bertacche, fondatori del Festival – e questo momento richiede scelte responsabili. Siamo felici di avere trovato il pieno appoggio delle istituzioni e del Teatro Nuovo, sede storica del FEFF. Non possiamo che sottolineare il clima di grande solidarietà tra pubblico e privato e anche tra diverse realtà organizzative: già confermata una collaborazione con Trieste per lo ShorTS International Film Festival che si svolgerà nelle stesse date».
 
Confermato anche il doppio omaggio all’attore e regista filippino Eddie Garcia (il “Kirk Douglas” del sud-est asiatico) e quello al cinema eccentrico dei fratelli Watanabe: Hirobumi, regista alla Jim Jarmusch, e Yuji, autore delle splendide musiche di tutti i loro film.
 

Ultimo aggiornamento: 20:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA