Ubriaco prende l'autostrada contromano:denunciato e auto sequestrata

Martedì 24 Novembre 2020 di Marco Corazza
Contromano in autostrada sulla A34

GORIZIA - Ubriaco prende l'autostrada in contromano, sloveno fermato dalla Polizia. Gli agenti hanno denunciato lo sloveno di 63 anni, bloccato dopo aver percorso alcuni chiometri dell’autostrada “A34” in stato di ebbrezza e contromano.

Contromano e ubriaco

È accaduto poco dopo le ore 20 di domenica 22 novembre quando è arrivata la segnalazione alla Questura di Gorizia. Dalla sala operativa hanno attivato una Volante che è riusicta a intercettare e bloccare il conducente all’altezza della rotatoria di Sant’Andrea. Agli agenti l’uomo ha raccontato di essere entrato contromano in autostrada all’altezza dello svincolo di Farra d’Isonzo. Il conducente, che è subito parso in evidente stato di ebbrezza, è stato sottoposto ai rilievi di rito con l’ausilio della Polizia Stradale di Gorizia. Gli accertamenti hanno evidenziato un tasso di alcol nel sangue notevolmente superiore ai limiti di Legge e, pertanto, l'uomo è stato denunciato per il reato di guida in stato di ebbrezza, mentre l’autovettura è stata sottoposta al sequestro amministrativo. Ma i guai non sono finiti lì.

 

Covid, spostamento vietato

Lo sloveno è stato infatti sanzionato per l’inottemperanza alle normative previste in relazione all’emergenza Covid-19, poiché lo spostamento all’interno dei comuni dell’Isontino non risultava motivato da alcuna ragione plausibile. Negli ultimi quattro giorni sono state controllate 2.119 persone dalla Polizia che ne ha così sanzionato 24 sono per il mancato utilizzo dei DPI. Lo scorso 5 novembre scorso, sempre all’altezza della rotonda di Sant’Andrea, il personale della Squadra Volante ha inveve arrestato un 36enne, cittadino romeno, sorpreso in autostrada nonostante fosse gravato da un provvedimento di carcerazione per l’espiazione della pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione per il quale risultava ricercato dalle Autorità.  È stato trasferito presso la Casa Circondariale di Gorizia e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA