«Stop centraline, no al saccheggio dei torrenti di montagna»: la protesta

Domenica 21 Ottobre 2018
Una centralina idroelettrica sconvolge il corso di un torrente di montagna
2
TRASAGHIS - No al «saccheggio» dei corsi d'acqua di montagna «sovvenzionato da incentivi statali» per alimentare le centraline idroelettriche. A dirlo è il gruppo del Patto per l'autonomia che oggi, 21 ottobre, per sensibilizzare le comunità locali sul tema e dire basta alla speculazione sull'acqua e a interventi che stravolgono l'ecosistema, ha promosso una manifestazione sul Lago di Cavazzo. Hanno partecipato numerosi cittadini e amministratori locali, associazioni ambientaliste e comitati territoriali impegnati nella difesa dei corsi d'acqua regionali, oltre ai consiglieri regionali Giampaolo Bidoli e Massimo Moretuzzo.  Con questa manifestazione, il gruppo consiliare del Patto per l'Autonomia sollecita nuovamente un intervento forte della Regione per bloccare la costruzione di altre microcentraline nei torrenti di montagna «dove il danno ambientale supera di gran lunga i benefici che derivano dalla loro realizzazione».

  Ultimo aggiornamento: 12:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA