Senza acqua né cibo: 500 uccelli nel cofano, oltre 100 trovati morti

Le gabbie dove sono stati trovati morti gli uccelli a Pontebba

di Paola Treppo

TARVISIO e PONTEBBA (Udine) - Una Ford Focus station wagon immatricolata in Polonia con a bordo tre persone di nazionalità polacca è stata notata aggirarsi a Pontebba nella giornata di ieri, martedì 5 giugno. Era chiaro che il gruppo attendeva l'arrivo di qualcuno. Al controllo del terminale solo uno degli occupanti risultava avere precedenti ma di lieve entità.

Gli agenti della polizia di Stato di frontiera di Tarvisio, diretti dal commissario capo Giovanni Marruzzo, hanno deciso comunque di approfondire gli accertamenti, perquisendo l’abitacolo. All’apertura del vano bagagli, il responsabile della pattuglia si è imbattuto in numerose cassette suddivise in scomparti, piene di volatili da nido poi risultati appartenere alla famiglia dei Turdidi.

Tanti uccelli morti
Erano in pessime condizioni di salute: molti erano già morti a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie di trasporto e per la mancanza di mangime e acqua; 133 volatili su un totale di 458 animali trasportati erano deceduto. L’auto è stata scortata dagli operatori al Settore di Polizia di Frontiera.

Possibili contagi sanitari
Il personale medico veterinario intervenuto ha constatato sin da subito il cattivo stato di salute degli animali trasportati, non escludendo possibili contagi sanitari. I tre uomini polacchi sono stati denunciati. Si sono rifiutati di fornire agli inquirenti informazioni utili alle indagini; nno hanno detto a chi dovevano consegnare gli uccelli. Il magistrato ha convalidato la perquisizione e il sequestro dei volatili e del veicolo. Gli uccelli sono stati portati nel Centro di recupero di fauna selvatica in Campoformido. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 6 Giugno 2018, 18:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Senza acqua né cibo: 500 uccelli nel cofano, oltre 100 trovati morti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-06-06 18:39:18
... tordi bottacci.. ottimi cantori e per tale ragione usati spesso dai cacciatori quali richiami per consimili. ma pure come uccelli canori. facili da allevare, lucullo ne andava matto ( cibo da re ) ma nel caso sono di certo stati rubati al bosco per i citati fini.. succede pure da noi nei frutteti del trentino e dell'alto adige. che fare? acculturare e sanzionare..
2018-06-06 23:19:47
Acculturare? La vedo dura
2018-06-07 09:39:30
Acculturare sarebbe bello ma mi par difficile con certa genìa; sanzionare si potrebbe, e speriamo si faccia col massimo che le nostre pessime leggi consentono.