Camion si schianta contro il ponte. La cabina accartocciata: autista morto. Cavalcavia lesionato, da abbattere

Sabato 17 Agosto 2019
Camion si schianta contro il ponte. La cabina accartocciata: autista morto. ‚ÄčLesionata una trave: strade chiuse (Foto di Gianni Crestani da Pixabay)
17

GORIZIA - Un uomo di 55 anni, di Gorizia, è morto in un incidente stradale avvenuto questa mattina, attorno alle 9.30, lungo la strada regionale 117, nel comune di Gorizia.

Per cause al vaglio delle forze dell'ordine, il mezzo pesante condotto dall'uomo è finito autonomamente contro un cavalcavia. L'autista è morto all'istante.

Secondo una ricostruzione, la parte retrostante del mezzo, che ospita una gru, ha centrato l'infrastruttura mentre il camion si trovava già sotto il ponte, provocando un effetto leva che ha impennato la cabina fino a schiacciarla contro la parte superiore del manufatto.

I vigili del fuoco del Comando provinciale di Gorizia hanno lavorato a lungo per estrarre il conducente dall'abitacolo e per mettere in sicurezza l'area dell'incidente. Nell'impatto è stata lesionata una trave del ponte, circostanza che ha portato a un'ordinanza di immediata chiusura della regionale 117 e dell'arteria di collegamento che utilizza il manufatto. Deviazioni sono state disposte su viabilità locale.

«La tragedia in cui oggi è morto un lavoratore, alla cui famiglia va tutta la nostra vicinanza, sta anche provocando gravi disagi alla circolazione cittadina e c'è il serio rischio che il ponte danneggiato dall'urto del camion debba essere abbattuto». Lo ha riferito il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna. «Da un primo sopralluogo dei tecnici la situazione appare abbastanza compromessa - ha aggiunto - ma a decidere saranno i dirigenti comunali, assieme alle altre autorità competenti, in un vertice urgente convocato per lunedì mattina».

Ziberna ha assicurato che, vista l'importanza dell'arteria - la regionale 117 garantisce il principale collegamento con Udine -, in caso di necessità di abbattimento si procederà con la massima celerità. «Dobbiamo garantire nuovamente la piena fruibilità della strada: per la costruzione del nuovo cavalcavia c'è meno fretta, perché l'arteria sovrastante è molto secondaria e ha anche alternative locali». Esprimendo nuovamente vicinanza ai congiunti della vittima, il sindaco ha concluso: «Mi hanno riferito che il camionista era molto felice perché era stato assunto da un paio di settimane all'Isa, la municipalizzata che si occupa di rifiuti. Stava operando proprio per questa società quando stamani è rimasto vittima del dramma».
 

 

Ultimo aggiornamento: 18 Agosto, 15:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA