Martedì 20 Agosto 2019, 18:01

Cinque amici mollano il lavoro e imbracciano la motosega: «Facciamo i boscaioli»

PER APPROFONDIRE: boscaiolo, cambio vita
Cinque amici mollano il lavoro e imbracciano la motosega: «Facciamo i boscaioli»

di Elena Filini

La vicenda umana e professionale di cinque ragazzi che hanno abbandonato il lavoro per fare i boscaioli e difendere le antiche conifere al confine con Austria e Slovenia «Lottiamo contro i nostri colleghi d'Oltralpe che fanno scempio di ogni tipo di albero».

LA STORIA
Non hanno l'aspersorio ma la motosega. Anche la loro, però, è una missione: sono i custodi della foresta di Tarvisio. Giovani boscaioli che hanno riscoperto il mestiere dei nonni per difendere il bosco demaniale più grande d'Italia dalle lottizzazioni degli stranieri. Gente di confine, che non teme la solitudine e la fatica, perchè tra quegli alberi avverte lo spirito degli antenati, la forza del genius loci. Tarvisio, Malborghetto Valbruna e Ugovizza: questo il perimetro della più grande foresta demaniale d'Italia. Un piccolo gioiello di 24 mila ettari, attraversato dal fiume Fella e dai laghi di Fusine, al confine tra Austria e Slovenia. «Fai venti chilometri di curve a gomito e ti trovi
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cinque amici mollano il lavoro e imbracciano la motosega: «Facciamo i boscaioli»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-08-21 09:48:40
Lodevole iniziativa, quanto al posto fisso è tutto da vedere. Se lavoravano per il privato il posto fisso non esiste più, in quanto il genio di renzi ha tolto art. 18
2019-08-21 09:04:00
....una Italia del fare....non del dire...!....Rallegramenti....!
2019-08-21 06:39:33
Pero'ci vuole orecchio, tutto, anzi parecchio. Anche equipaggiamento moderno. Conobbi un giovane boscaiolo che si lamentava di venire deriso dai compagnianziani perche'indossava tutte le protezioni acquistate a sue spese in negozio specializzato di marchi Finlandesi ed Austriaci a Trento...dubitavano della sua mascolinita', ma in compenso avevano dita mancanti, cicatrici e sotto sotto fratture saldate.Quelli sopravissuti.
2019-08-20 21:10:19
... scusa se ti abbatto.. ma devo salvarti..