Avvistato un piccolo orso mentre fa il bagno nel torrente della Val Uque

Martedì 27 Giugno 2017 di Paola Treppo
Avvistato un piccolo orso mentre fa il bagno nel torrente della Val Uque
5

MALBORGHETTO VALBRUNA (Udine) - Avvistato un piccolo orso mentre fa il bagno nel torrente della Val Uque. Siamo in una zona dell'Alto Friuli incontaminata e selvaggia, dove tra l'altro la strada di accesso è chiusa per alcuni lavori in corso, nel territorio del comune di Malborghetto Valbruna

Forse per questo gli orsi che vivono in questa zona si sentono più sicuri ed escono allo scoperto, raggiungendo i corsi d'acqua per un rinfrescante bagno estivo; è lì, in un torrentello, che uno dei pochi abitanti della Val Uque ne ha avvistato uno nella mattinata di ieri, lunedì 26 giugno. Lo ha visto da lontano e non è riuscito a fotografarlo ma l'emozione, come sempre, è stata grande: «Non è una novità, da noi, la presenza dell'orso - spiega il valligiano -. Questo però era piccolino, non credo abbia più di due, tre anni».

Per Malborghetto è una novità
Per Malborghetto è una novità. Contrariamente ad altre zone della montagna friulana e delle Valli del Torre e del Natisone, la Val Uque non è monitorata dagli esperti dell'Università di Udine che controllano il passaggio e la vita dei plantigradi. Quello che si sa per certo è che in questa splendida valle (nelle foto), vive un orso da parecchi anni, quasi venti. L'avvistamento di ieri, quindi, riguarda un altro esemplare molto molto più giovane.

Si potrebbe trattare di orsacchiotto che arriva dalla vicina Slovenia: è oltre confine, infatti, che vivono le femmine di questa specie di mammifero. La zona sopra i laghi di Fusine, a Tarvisio, quella transfrontaliera, appunto, costituisce un buon corridoio di passaggio: è possibile, quindi, in linea teorica, che qualche piccolo di orso possa entrare in Italia, anche se le probabilità sono veramente scarse.

La femmina dà alla luce i piccoli nel mese di gennaio e adesso, quindi, il loro peso si aggira attorno ai 10 chilogrammi. Normalmente tutti i parti avvengono in Slovenia perché in Friuli, fino a oggi, non è mai stata individuata una femmina, almeno dagli esami eseguiti dal 2003 sui resti ossei degli esemplari trovati morti. Le femmine danno alla luce in media due o tre piccoli, che raramente possono salire a quattro cuccioli o scendere a un solo piccolo. Sono seguiti dalla madre in ogni momento fino a che non raggiungono l’età adulta. 
 

 

Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA