Ladri in casa dell'assessore, il vicino sente l'allarme e li mette in fuga

Martedì 22 Ottobre 2019 di Al. Co.
2
CORDENONS - Raffica di furti in abitazione nella notte tra sabato e domenica a Cordenons. Sono state almeno 8  le case prese di mira dai ladri, che hanno rubato soldi e monili d'oro. Vittima delle razzie dei topi d'appartamento è stata anche l'abitazione dell'assessore comunale Giuseppe Netto: nonostante il sistema antifurto fosse entrato subito in azione, i malviventi, praticamente indisturbati, hanno continuato a rovistare nei cassetti e a metterli in fuga è stato un vicino di casa, insospettito dall'antifurto. Vistisi scoperti, i 3 malviventi, tutti con il viso coperto da passamontagna si sono dati alla fuga.
I furti sono stati messi a segno tra via Primo Maggio e via Villa d'Arco. I sopralluoghi sono stati effettuati da carabinieri e polizia. «È stata una nottata movimentata ha spiegato il sindaco Andrea Delle Vedove anche perché otto abitazioni 'visitate'' sono molte. In alcuni casi mi è stato riferito che i malviventi, per non essere visti, hanno girato, probabilmente con l'ausilio di una scopa, le telecamere di sorveglianza presenti. I danni, senza contare quelli del valore di soldi e monili d'oro, sono stati soprattutto materiali con serrature forzate, porte ed infissi scardinati».
L'attenzione sul territorio è molto alta. «Siamo entrati nel periodo peggiore dell'anno avvisa il sindaco per quanto riguarda i furti. Raccomando ai cittadini di prestare sempre la massima attenzione. Ho chiesto alla polizia locale, ai carabinieri e alla polizia di stato di potenziare i controlli sul territorio. Fondamentale, come sempre, sarà il contributo che i cordenonesi vorranno offrire con le segnalazioni».
  Ultimo aggiornamento: 12:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci